Milano si prepara a ospitare, da domani e fino al 21 settembre, la tredicesima edizione del Milano Film Festival (a info su www.milanofilmfestival.it). Il programma conta oltre 3.000 titoli provenienti da 115 Paesi e presentati in 2 concorsi e 14 rassegne, tra le quali particolare rilievo avrà The imaginarium of Doctor Gilliam dedicata all’attore, regista, sceneggiatore e produttore Usa Terry Gilliam, che incontrerà il pubblico sabato 13 alle 19 presso il Teatro Strehler. Per l’occasione sarà proiettata tutta la sua filmografia (comprese le opere mai distribuite in Italia come Jabberwocky) e un focus sulla produzione televisiva dei Monty Python, di cui è stato attore, sceneggiatore, produttore di animazioni e regista. Non mancheranno anche rassegne parallele incentrate su grandi temi dell’attualità come: Colpe di Stato, dedicata al “terrorismo di Stato”; Gypsy Movies racconta dall’interno il mondo gitano; godless america, su contraddizioni e tormenti degli Stati Uniti di oggi (attraverso autori americani indipendenti); L’Expo 2015 al Milano Film Festival è un evento pensato per riflettere sul tema dell’alimentazione e di uno stile di vita sostenibile, in vista dell’Expo del 2015; l’Immigration Day (martedì 16 settembre, dalle 16.00 al teatro Dal Verme) sarà invece una giornata dedicata al tema dell’immigrazione e alle comunità straniere presenti a Milano. Spazio anche ai più piccoli con il milano film festivalino con cortometraggi, visite guidate, laboratori creativi e iniziative pensate per i più piccoli, mentre Soundoc, la  rassegna di documentari musicali, accontenterà anche gli appassionati del genere. Luoghi della manifestazione saranno il Piccolo Teatro e il suo Sagrato, il Teatro Strehler, il Teatro Studio, il Teatro Dal Verme, l’Acquario Civico, il Parco Sempione e la Casa dei registi, un ostello temporaneo allestito in una palazzina anni ’30 sita all’interno dei Mercati Alimentari all’Ingrosso, che diventerà recapito provvisorio, laboratorio creativo e uno spazio di incontro per i registi. Da quest’;anno è inoltre possibile trovare una sistemazione a basso costo per tutta la durata del festival collegandosi al portale www.bedsharing.org.

Al.Za.

© RIPRODUZIONE RISERVATA