Possiamo dire che Paul Walker sia quasi cresciuto insieme a Fast & Furious: fa parte della saga fin dall’inizio e ha intrapreso un percorso speculare al partner in crime Vin Diesel, saltando il terzo capitolo (in cui Diesel, però, faceva un cameo alla fine) per ricomparire nel quarto episodio. Ora che siamo arrivati alla settima puntata, è naturale chiedersi cos’altro ci si possa aspettare da un franchise che va avanti da più di dieci anni. Intervistato da Collider, Walker ha parlato innanzitutto del presente, che vede il talento di James Wan al servizio di Fast 7: «Prima che la produzione iniziasse non sapevo se sarei tornato o meno, ma mi sono convinto non appena ho parlato con James. Non lo conoscevo, ma ne avevo sentito grandi cose. Che ora posso assolutamente confermare». Bene, ma se l’attualità è più che rosea, il futuro cosa ci riserverà? «Lo studio vorrebbe realizzare Fast & Furious 8, 9 e 10. Io vi posso assicurare che almeno l’8 si farà, e io ci sarò. Questo è garantito. Nel terzo capitolo Vin ha voluto comparire alla fine per alzare le aspettative sul quarto, che in origine doveva essere distribuito solo direct-to-video. E invece abbiamo avuto una seconda vita. Non è detto che non debba capitare di nuovo…».

Fonte: Collider

© RIPRODUZIONE RISERVATA