Space Jam: A New Legacy

Dopo le dichiarazioni del regista Malcolm D. Lee su Lola Bunny, che nel nuovo film Space Jam 2: A New Legacy non sarà sessualizzata come lo era nel film originale con protagonisti Michael Jordan e i Looney Tunes, è esplosa una polemica legata anche a un altro personaggio del sequel.

Pépe Le Pew (in italiano Pepé la Puzzola) è stato infatti tagliato dal seguito del lungometraggio del 1996 in arrivo in estate. Il personaggio della puzzola francese è finito nell’occhio del ciclone dopo un articolo del New York Times, firmato dall’editorialista Charles M. Blow, che lo accusava di «incoraggiare la cultura dello stupro».

Il giornalista ha spiegato ulteriormente e in modo inequivocabile la sua posizione su Twitter, condividendo dei vecchi filmati con protagonista il personaggio animato creato nel 1945 da Chuck Jones, Tedd Pierce e Michael Maltese. POTETE VEDERE QUI IL VIDEO

«I blog online sono impazziti perché ho detto Pepe Le Pew inneggia alla cultura dello stupro. Vediamo. – scrive l’editorialista nel copy social a corredo del tweet – 1. Afferra/bacia una ragazza/sconosciuta, ripetutamente, senza il suo consenso consenso e contro la sua volontà. 2. Lei lotta con forza per allontanarsi da lui, ma lui non la lascia andare 3. Chiude a chiave una porta per non permetterle di fuggire». 

«Questo ha aiutato a insegnare ai ragazzi che “no” in realtà non vuol dire no, che faceva parte del “gioco”, la linea di partenza di una lotta di potere – prosegue poi – Ha insegnato che scavalcare le vigorose, perfino fisiche obiezioni di una donna era normale, adorabile, divertente. Non è stata nemmeno data alla donna la facoltà di parlare».

Una sequenza tra l’attrice e modella brasiliana Greice Santo (Jane the Virgin) e Pepé era già stata girata da Terence Nance, in origine regista del film, ma è stata rimossa in seguito una volta concretizzatosi l’avvicendamento con Malcolm D. Lee, ora al timone del lungometraggio girato in un misto di animazione e live action proprio come il predecessore. 

La scena in oggetto, stando a Deadline, era in bianco e nero e ambientata in un Rick’s Café a Casablanca. Pepé, in versione barista, tentava di sedurre una donna (Greice Santo) baciandole un braccio, ma lei si ritraeva rovesciandogli addosso il drink e schiaffeggiando la puzzola. L’animale a quel punto iniziava a roteare sullo sgabello, e la stella NBA LeBron James lo bloccava. Greice Santo in passato ha subito delle molestie ed è un’attivista dei diritti in difesa delle donne (ha fondato un’associazione no-profit, Glam with Greice).

L’attrice però non ha digerito l’idea di tagliare la sequenza. Una nota del suo portavoce, concessa a Deadline, riferisce quanto segue: «Per Greice era davvero importante essere in questo film. Anche se Pepé è un cartone animato, se c’è qualcuno che avrebbe voluto tirargli una sberla è proprio Greice. Data la rimozione della scena, non avrà il potere di influenzare il mondo e le nuove generazioni che guarderanno Space Jam 2, spiegando a bambini e bambine che il modo di agire di Pepé non è accettabile». 
 
Nel cast di attori in carne e ossa, oltre a LeBron James, ci saranno anche altri cestisti come Damian Lillard dei Portland Trailblazers, Anthony Davis dei New Orleans Pelicans, Klay Thompson dei GSW, Diana Taurasi dei Phoenix Mercury e Chitney e Nneka Ogwumike dei Los Angeles Sparks. Sonequa Martin-Green interpreterà la moglie di James, mentre tra i produttori spicca Ryan Coogler, regista di Black Panther.
 

Il film ha un’uscita nelle sale americane, e in contemporanea su HBO Max, fissata per il 16 luglio 2021.

E voi, cosa ne pensate della questione relativa al personaggio di Pepé la Puzzola? Fatecelo sapere, come sempre, nei commenti.
 
Foto: Warner Bros. 
 
Fonte: Deadline
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA