D’accordo, Coulson è risorto in qualche modo misterioso – lo accettiamo senza problemi, in un mondo in cui gli alieni hanno invaso New York. Ma il rischio che la serie sfoci troppo presto nella cascata di gadget ipertecnologici in grado di risolvere qualsiasi problema è alto. La coppia nerd Fitz-Simmons (ovvero Elizabeth Henstridge e Iain De Caestecker, ovvero il Paul di The Fades), in particolare, sfodera già nella prima puntata una serie di microdroni con (circa) i nomi dei sette nani in grado di ricostruire da zero una scena del crimine nella quale è scoppiata una bomba devastante: se questi sono i mezzi a disposizione dello S.H.I.E.L.D. nel pilot, cosa dobbiamo aspettarci dalle prossime puntate? Speriamo che Whedon dimostri senso della misura, per non togliere forza all’aspetto hi-tech della serie.

Continua a leggere

© RIPRODUZIONE RISERVATA