Un film sulla danza in 3D. Non è l’ennesimo Step Up o Street Dance, ma il documentario che Wim Wenders dedica a Pina Bausch. Artista rivoluzionaria il cui nome è legato alla creazione del teatro-danza.
Alternando le ipnotiche immagini dei suoi spettacoli con le toccanti testimonianze di amici e colleghi, il film compone un ritratto che non è né racconto biografico, né celebrazione di rito. Piuttosto, un sentito e vibrante omaggio. In un immersivo 3D, che avvolge lo spettatore in danze di una modernità disarmante.

Regia: Wim Wenders
Trama: Pina Bausch viene raccontata dai ricordi degli artisti che l’hanno conosciuta e dalle immagini dei suoi spettacoli.
Genere: documentario
Durata: 100’

Da vedere perché: per lasciarsi trasportare dalle stupende coreografie di Pina Bausch.

Dal 4 novembre 2011

Guarda il trailer del film

La scheda è pubblicata su Best Movie di novembre a pag. 108

© RIPRODUZIONE RISERVATA