La pirateria on-line è triplicata negli ultimi tre anni. È quanto emerge dal rapporto del gruppo McAfee, specializzato nella sicurezza su Internet, secondo cui nonostante condanne esemplari come quella rivolta al portale The Pirate Bay in Svezia, la riproduzione illegale di contenuti protetti da copyright è aumentata del 300% nell’arco temporale considerato. Secondo il rapporto starebbe inoltre diventando sempre più difficile oscurare o chiudere i siti pirata, che permettono la condivisione di film e musica: paradossale il fatto che la situazione sia peggiore proprio dopo la chiusura di The Pirate Bay, in quanto gli utenti del p2p avrebbero creato una fitta rete di siti di supporto per permettere al file sharing di continuare a funzionare. Gli stessi gestori di Pirate Bay hanno inoltre diffuso on-line il proprio database, che si compone di oltre 2 milioni di link, e reso disponibili i propri codici a chiunque intenda utilizzarlo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA