Aveva già cominciato a documentarsi per la sua parte, lo si era visto infatti aggirarsi tempo fa al Washington Post (foto). Lascia dunque tutti stupiti la notizia che Brad Pitt abbia abbandonato il set di State of Play, pellicola diretta da Kevin McDonald (L’ultimo re di Scozia) che indagherà su intrighi e traffici politici. Sembra che la motivazione sia da ricercare in alcune inconciliabili divergenze circa la sceneggiatura del film, e siccome è ancora in corso lo sciopero degli sceneggiatori di Hollywood e non una riga può essere cambiata del copione, Pitt ha preferito abbandonare. Non senza strascichi di polemica (la Universal, casa di produzione del film, infatti, vorrebbe citarlo in giudizio per inadempienza contrattuale) e non senza dar adito a ipotesi su possibili sostituti (i più papabili sarebbero Russell Crowe e Johnny Depp). Con questo film Pitt avrebbe potuto tornare a lavorare per la seconda volta dopo Fight Club con Edward Norton. Del cast fanno inoltre parte Helen Mirren, Robin Wright Penn e Rachel McAdams.

© RIPRODUZIONE RISERVATA