L’8 Marzo scorso, giorno della Festa della Donna, Primo Piano – Pianeta Donna – “Il lungo e faticoso viaggio della Donna nella storia del cinema, la storica kermesse creata e diretta da Franco Mariotti divenuta Festival cinematografico competitivo al femminile, è tornata alle ribalte inaugurando la Sua XXXVIIIª edizione, realizzata online sulla piattaforma MYmovies.it.

Da rassegna monografica “Primo Piano sull’Autore” – realizzata per 34 anni consecutivi ad Assisi, poi traslocata a Spoleto -, l’evento è divenuto infatti nel 2018 Festival competitivo focalizzato interamente sulla settima arte tutta al femminile.

Si tratta di opere prime e non, dedicate alla Donna dietro e Davanti la Macchina da Presa: quindi una rosa di film, documentari, docu-film, docu-fiction e cortometraggi ed anche, come già il giorno di “apertura”, omaggi alle grandi registe, autrici, Dive e, poi, a filmmaker scomparse.

Nel programma del festival hanno trovato posto 24 opere totali, 11 lungometraggi – tra film, documentari, docu-film e docu-fiction -, e 13 cortometraggi, proiettati in streaming, nei tre giorni conclusivi di marzo, dal 29 al 31. Lunedì 29, alle ore 16.00 si “riapre” il Concorso dei cortometraggi con il sentimentale Le cose che non ti ho detto mai diretto da Cristina Campagna, dalla stessa interpretato insieme a Valentina Gabrielli.

Alle 16.15, con l’intenso documentario “Faith” di Valentina Pedicini, presentato anche come “Omaggio” alla sua Regista, recentemente scomparsa, si riprende il Concorso della Categoria “Lungometraggi”. Seguono alle 18.00, il corto introspettivo di e con Olga Torrico “Gas station”, alle 18.15 “Alida”, docu-film in Concorso di Mimmo Verdesca, presentato anche come “Omaggio” alla Divina ed internazionale star Alida Valli.

Il programma di Martedì 30 apre nuovamente alle 16.00 con il breve cortometraggio manifesto contro la violenza sulle donne “Le piccole cose” di e con Alessandra Carrillo, in Concorso; alle 16.15, sempre in Competizione, il film drammatico – con al centro un “amore proibito” nell’Albania comunista tra uno studente d’Arte di talento e la figlia di un Diplomatico italiano – presentato dal produttore/distributore Angelo Bassi e diretto da Namik Ajazi “Il ritratto incompiuto” con Beatrice Aiello, Antonio Kowdrin, Remo Girone, Victoria Zinny, Marta Gastini, Antonella Ponziani.

Mercoledì 31, quarta ed ultima giornata del Festival, vedrà figurare in Concorso, alle ore 16.15 il film drammatico, dai risvolti thriller dark, “Buio” di Emanuela Rossi con Denise Tantucci, Valerio Binasco, Elettra Mallaby, Gaia Bocci, alle 18.15, il corto ambientato nell’ anno 2087, “Le abiuratrici” di Antonio De Palo, interpretato da Valeria Solarino e Claudia Potenza, ed alle ore 18.30 il western “Oro & Piombo” di Emiliano Ferrera con Yassmin Pucci, affiancata da Piero Olivieri, Sebastiano Vento, Tiziano Carnevale ed un cameo di Claudio Greg Gregori.

In conclusione della giornata finale, altre tre opere in Concorso: alle 20.15 il cortometraggio “Don Vesuvio” di Maurizio Fiume con Anna Capasso, Gabriele D’Aquino, Sergio Celoro, Vincenzo Santoro, Yari Gagliucci, alle 20.30 il cortometraggio sull’HIV / AIDS “It’s up to me – Dipende da me” di e con Manuela Ruiu Smith, con Dafne Barbieri, Francesco Forte, Gianluca Potenziani, Andrea Amico ed infine, a chiusura di giornata e di Festival, alle ore 21.00 il Teendrama “Sul più bello” di Alice Filippi (film disponibile su Prime Video) con Ludovica Francesconi, Giuseppe Maggio, Eleonora Gaggero, Jozef Gjura, Gaja Masciale. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA