Durante la promozione del suo Sopravvissuto – The Martian (molto apprezzato dalla critica), Ridley Scott ha rilasciato una lunga intervista a Deadline, confermando nuovamente quello che praticamente già sapevamo, e cioè che nel suo immediato futuro ci sarà ancora lo spazio con Prometheus 2, suo prossimo film, che uscirà prima di Alien 5 di Neil Blompkamp.

Nell’intervista, il regista ha confermato il ritorno di Michael Fassbender nei panni dell’androide David, fornendo anche nuovi dettagli sulla trama: «Si poteva lasciare il primo film lì dov’era finito e andare avanti, e invece no, perché termina con una specifica frase per la storia: “Voglio andare da dove sono venuti, non desidero tornare da dove siamo venuti noi”. Ho pensato che il sottotesto di quel film fosse un po’ troppo florido e grandioso, ma pone una giusta domanda: chi ci ha creati?».

«Questo solleva la questione», continua Scott: «la stessa che è stata descritta in 2001: odissea nello spazio… quando le scimmie girano intorno al cerchio d’acqua litigando a vicenda… quella scena ha iniettato una questione più profonda nel nostro cervello, come ha fatto la mela con Newton. Quello è un magnifico salto evolutivo di migliaia di anni; lì inizia il mondo. È un pensiero abbastanza grande, ed è questo quello che voglio esplorare. La protagonista (Noomi Rapace nel primo capitolo) deve andare da quegli Ingegneri e capire cosa stanno pensando. Se sono loro i nostri precursori, e quindi hanno creato la vita in un pianeta biologicamente disfunzionale, chi li ha creati? Dov’è il loro “Dio”?».

Parlando poi di Blade Runner 2 e della regia affidata a Dennis Villeneuve, Ridley Scott ha affermato: «Ha preso la mia sceneggiatura, da Hampton [Fancher] e Michael Green, e svilupperà quella. Non posso dirigerli tutti, e devo assolutamente fare Prometheus 2». Poi ha parlato dei progetti futuri, The Cartel e Flashman: «The Cartel è praticamente Il Padrino, almeno nel sottotesto sul male che circonda quel tipo di affari. Mi sono sempre interessato al problema perché non si è in grado di arginarlo».

Infine, tornando a Prometheus 2, il regista conclude: «La produzione inizierà a Febbraio. Siamo in fase di preparazione, ora. Poi girerò ad Aussie o qui a Toronto».

Fonte: Empire

© RIPRODUZIONE RISERVATA