Prometheus, che è già disponibile in Blu-ray nella maggior parte dei paesi, ha in serbo una sorpresa non da poco per gli spettatori più attenti.

Un easter egg contenuto nell’edizione Blu-ray (Steelbook) uscita in Inghilterra infatti rivela una strana connessione tra Prometheus e Blade Runner  mostrata in un testo scritto da Peter Weyland (interpretato da Guy Pearce):

Questa la traduzione del testo:

Un mentore e concorrente da tempo scomparso una volta mi ha detto che era giunto il momento di mettere da parte le cose infantili e abbandonare i miei “giocattoli”. Mi ha incoraggiato ad andare a lavorare con lui e insieme avremmo conquistato il mondo diventando i nuovi dei. Era così che gestiva la società, come un Dio sulla cima di una piramide che domina la città degli angeli. Naturalmente, ha scelto di replicare il potere della creazione in un modo poco originale, semplicemente copiando Dio. E guarda com’è finita per il povero bastardo. Gli è letteralmente scoppiato in faccia al vecchio. Ho sempre suggerito di passare alla robotica invece di quelli abomini genetici che schiavizzava e vendeva in giro per il mondo, anche se la sua idea di impiantare falsi ricordi era, beh… “divertente”, è come io la metterei educatamente.
Per fortuna, ho scelto un percorso diverso, utilizzando l’innovazione e l’ingegno quando lanciai la divisione Weyland Robotica. Anche i nostri primi sintetici possedevano una enorme intelligenza, l’intuizione e la compatibilità, nonostante il loro aspetto era certamente poco convincente. Ma ora…

Nel testo dunque cita un mentore, che aveva incentrato la sua vita nella creazione di abomini genetici, contenitori di false memorie e resi schiavi. Senza contare che la sua società si trovava in cima a una piramida che dominava la città degli angeli.

Insomma, impossibile non pensare a Eldon Tyrell (interpretato da Joe Turkel), il fondatore dall Tyrell Coroporation colpevole di creare umanoidi sintetici con falsi ricordi in Blade Runner.

Ma quale collegamento può esserci tra i due film, è una semplice coincidenza o esiste davvero una correlazione tra le due pellicole di Ridley Scott? Blade Runner era ambientato nel 2019, mentre Prometheus ha luogo settant’anni dopo. Nel sequel di Prometheus difficilmente potranno esserci riferimenti ad eventi accaduti un centinaio di anni prima (ma certo a Hollywood tutto è possibile), mentre è molto più facile presupporre che i collegamenti possano esseri nel sequel di Blade Runner, dove invece è plausibile che Peter Weyland faccia la sua apparizione, diventando così un crossover tra i due film.

E voi cosa ne pensate, semplici congetture o scenari possibili?

Fonte: Collider

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA