Domani sarà protagonista nelle nostre sale con la commedia d’esordio di Saverio Di Biagio Qualche nuvola e a luglio Maremetraggio dedicherà proprio a lui la sua “prospettiva”… una scommessa, quella della kermesse cinematografica di Trieste, che in passato ha già portato fortuna ad altri giovani talenti italiani come Alba Rohrwacher, Michele Riondino e Andrea Bosca.

Stiamo parlando di Michele Alhaique, classe 1979, recentemente visto al fianco di Vinicio Marchioni in Cavalli e nel musical di Rob Marshall Nine, spaziando tra cinema e tv (Camera caffè e in autunno nella fiction K2 – La montagna italiana su Raiuno), ruoli drammatici e comici, come nel nel film record d’incassi con Checco Zalone Che bella giornata.
Una carriera variegata, dunque, e in ascesa che non è passata inosservata alla lungimirante organizzazione di Maremetraggio, che quest’anno vedrà in concorso tra le opere prime italiane proprio i due ultimi film dell’attore.

Best Movie: Perché credi che Maremetraggio ti abbia scelto per la sua prospettiva? Perché si punta su di te?
Michele Alhaique : «Quello che ho sempre cercato di fare in questi dieci anni è stato scegliere progetti in cui credevo e di interpretare personaggi ai quali sapevo di poter dare qualcosa. Ho fatto cose molto diverse e pensavo che questo percorso non mi rendesse molto riconoscibile. Quindi mi fa piacere che qualcuno abbia messo insieme i pezzi»

Best Movie: C’è un genere o un tipo di ruolo che ti si addice meglio?
Michele Alhaique: «La bellezza del mio mestiere è proprio quella di poter sempre variare. Dipende sempre molto dalla scrittura. Per quanto mi riguarda, le scelte partono sempre dalla sceneggiatura»

Best Movie: Cosa ti ha attratto nel copione di Qualche nuvola?
Michele Alhaique: «Mi ha affascinato l’implosione emotiva del mio personaggio. E’ uno che lascia che siano gli altri a decidere per lui, un ragazzo che si lascia attraversare dalla vita, non la prende mai in mano. Una sorta di antieroe, rappresentativo di una generazione come la mia, che ha poche certezze»

Best Movie: I ragazzi di oggi non possono quindi fare davvero delle scelte?
Michele Alhaique: «Credo che manchino gli strumenti per poter scegliere. Quindi a volte è molto più semplice rimandare le decisioni importanti piuttosto che rischiare di andare verso qualcosa che non si conosce. Un mondo nuovo è meno rassicurante di quello da cui si proviene»

Best Movie: Qualche nuvola è ambientato ai giorni nostri, la crisi economica non è protagonista, ma si avverte. Il film mostra le difficoltà di una giovane coppia, che sta cercando di formare una famiglia, nonostante le incertezze e il lavoro precario o inesistente. Tu hai trovato la tua strada come attore: rispetto ad altri tuoi coetanei ti senti un privilegiato?
Michele Alhaique: «Mi sento un privilegiato perché fin da ragazzino ho voluto fare l’attore, un lavoro precario per natura. Insomma, io l’ho scelto il precariato, non ho avuto difficoltà quando è iniziata la crisi, mentre purtroppo molti ora ci si devono scontrare. Per risollevarsi e dare opportunità ai giovani il nostro Paese dovrebbe puntare sulla ricerca, in tutte le sue forme… scientifica, culturale…»

Best Movie: Qualche nuvola presenta il matrimonio come una sorta di prigione, di passo obbligato? Tu come lo vedi?
Michele Alhaique: «Io non ho mai creduto nel matrimonio perché penso che non sia un valore aggiunto per una coppia. Lo è, nel nostro Paese, solo per una questione di diritti. Recentemente, girando K2 abbiamo ripercorso la tragedia della compagna di Bonatti, che non ha potuto entrare nella sua stanza all’ospedale quando morì perché non erano sposati… Queste storie sono strazianti e mettono in luce aspetti importanti e irrisolti della nostra società»

Best Movie: Quali progetti hai in cantiere?
Michele Alhaique: «Sono al lavoro sulla scrittura del mio primo lungometraggio da regista»

Best Movie: Ci puoi anticipare qualcosa?
Michele Alhaique: «Sono ancora alla ricerca di fondi. Di certo posso dirvi che questa volta sarò solo dietro la macchina da presa… Ma non è una svolta. Rimarrò sempre un attore»

Leggi la trama e guarda il trailer di Qualche nuvola. Nel cast del film anche: Greta Scarano, Aylin Prandi, Michele Riondino, Elio Germano, Primo Reggiani e Pietro Sermonti.

Ecco alcune immagini del film, che mostrano Alhaique accanto alla coprotagonista Greta Scarano:

(Foto Roberta Krasnig)

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA