Dai commenti che state postando sul nostro profilo Facebook dopo la pubblicazione del primo full trailer de Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno, emerge che gli entusiasti sono molti più dei perplessi: l’attesa è altissima e il trailer l’ha alimentata come meglio non avrebbe potuto. È solo perché parliamo di Batman? Secondo me no. È solo perché parliamo di Nolan? Nemmeno.
Secondo me questo trailer ha un impatto straordinario per varie ragioni: queste…

È in arrivo una tempesta signor Wayne, ed è meglio che vi prepariate.
Il trailer non comprime tutto il film in due minuti: né suggerisce invece il peso, l’urgenza, direi quasi la “massa” dell’immaginario che è pronto a smuovere. Più che il trailer di un film, sembra il bollettino di un’agenzia aerospaziale, che comunica l’impatto imminente di un meteorite. In questo senso, è molto più simile ad un teaser trailer che ad un trailer vero e proprio, nonostante la durata. È l’uovo di Colombo: all’interno di un sistema di comunicazione in cui i video promozionali più che alimentare l’attesa di un film, sembrano volerla esaurire, Nolan va in direzione opposta. Lascia alzare la nebbia, non la dirada.

Continua a leggere il commento al trailer sulla Gazzetta di South Park, il blog di Giorgio Viaro

© RIPRODUZIONE RISERVATA