Tutti noi, se va bene, andremo in pensione a 64 anni, mentre Quentin Tarantino a soli 51 anni sta già pensando al buen retiro. Il regista ha detto che sta pensando di lasciare il lavoro da regista e che lo farà, una volta giunto a quota dieci. Considerando che, compreso l’imminente Hateful Eight, siamo a quota 8, ne resterebbero fuori ancora due.

Ha detto in merito: «Non credo di dover stare sul palcoscenico finché la gente mi butterà giù. Mi piace l’idea che si aspettino qualcosa di più. Penso che il lavoro da regista sia un lavoro più da giovane uomo e mi piace l’idea di un cordone ombelicale che leghi i miei film dal primo all’ultimo. Non sto cercando di ridicolizzare nessuno che la pensi diversamente, ma voglio andarmene finché sono ancora forte.

E poi mi piace l’idea di una filmografia di 10 film. Non è scritto sulla pietra, ma questo è il piano. Se arriverò fino al decimo facendo un buon lavoro, mi sembrerà di chiudere bene la carriera. Detto ciò, non è che in futuro se avessi voglia di fare un altro film, non lo farei perché avevo dichiarato diversamente, Ma 10 e basta, lasciando l’aquolina in bocca, mi suona giusto!».

Il regista ha poi parlato delle fonti di ispirazione del suo ultimo film, il western Hateful Eight, le cui riprese inizieranno a gennaio in Colorado (per uscire ad autunno 2015). Che non arrivano dal cinema, ma dalla Tv, ovvero Bonanza, Il Virginiano, Ai confini dell’Arizona. «Due volte a stagione succedeva che il protagonista veniva preso in ostaggio. Mi piaceva poi il fatto che fino alla fine non si capisse mai se i protagonisti erano buoni o cattivi. E l’idea di un gruppo di cattivi ragazzi chiusi in una stanza. Intrappolarli in una camera con fuori una bufera, dargli delle pistole, e vedere cosa succede».

Tarantino ha poi parlato della necessità di vedere il suo film in 70 mm, così come Nolan ha voluto per Interstellar. «Ho pensato a come tradurre sul grande schermo la bellezza del film e così ho scelto il 70 mm: dopo averlo visto, le gente penserà che non sarebbe potuto essere girato diversamente».

Fonte: Collider

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA