Diventare l’idolo delle teenager (e anche dei produttori) nel giro di due anni: è quello che è successo a Nicolas Vaporidis, 27enne sotto le luci della ribalta da quella nostalgica rivisitazione degli anni ’80 che è stata Notte prima degli esami. Dopo un’incursione nel film di genere con il crime movie Cemento armato , Nicolas è tornato al filone teen, che continua a riscuotere grande successo presso il pubblico, con la commedia interraziale di Luca Miniero e Paolo Genovese Questa notte è ancora nostra . Qui Nicolas interpreta Massimo, romano verace che di mestiere fa il cassamortaro, un lavoro che “certamente nessun ragazzo sogna di fare nella vita» e che lui riesce a tollerare coltivando un sogno: sfondare col suo gruppo rock insieme al suo amico e collega Andrea. Su consiglio di un folkloristico discografico interpretato da Franco Califano, il ragazzo si metterà alla ricerca di una cinese da far entrare nel gruppo per duettare sulle note del cavallo di battaglia della sua band: Occhi da orientale (in realtà scritta da Daniele Silvestri, che, come raccontato dallo stesso Nicolas, ha personalmente seguito la registrazione del pezzo con lunghe sedute in sala di registrazione insieme a lui). La sorte gli farà incontrare Jing (Valentina Izumì) graziosa ragazza cinese con una bella voce, che però non ha la minima intenzione di cantare davanti a un pubblico. Equivoci, strategie e imprevisti saranno la causa di una lunga serie di fuori programma… Dopo l’anteprima milanese del film a Nicolas abbiamo chiesto com’è stato girare per le strade di Roma a bordo di un carro funebre, quale sia il suo rapporto nella vita con la musica e con il rock e quale sia la sua posizione sul tema del film che affronta il concetto dell’integrazione razziale. Buona visione!

Per vedere l’intervista a Valentina Izumì cliccate qui.

© RIPRODUZIONE RISERVATA