Dal 1982 al 1989, Chris Strompolos ed Eric Zala si dedicarono a un’impresa tra l’epico e il folle: rigirare scena per scena, con un budget totale di 5.000$, Indiana Jones e i predatori dell’arca perduta, il primo film della saga sull’archeologo interpretato da Harrison Ford. I due avevano undici anni quando cominciarono il lavoro, e 18 quando lo conclusero, ma a parte una piccola proiezione privata nella loro città natale il loro Raiders of the Lost Ark: The Adaptation non conobbe la fama sperata, e anzi la sua memoria si perse nel nulla.

Almeno fino al giorno d’oggi, quando Jeremy Coon, produttore del cult Napoleon Dynamite, ha acquisito i diritti di Raiders!, libro di Alan Eisenstock che racconta l’impresa dei due pazzi. Coon vuole dirigere quello che nasce come documentario e che, nei suoi progetti, assumerà pian piano una forma narrativa più definita fino a diventare film vero e proprio. Un film su due ragazzi che hanno rigirato un film scena per scena: praticamente Inception applicato al cinema…

Fonte: Collider

© RIPRODUZIONE RISERVATA