Ha avuto una storia piuttosto travagliata il titolo dell’ultimo episodio di Rambo che pare ora arrivata a un definitivo epilogo. Si chiamerà Rambo: to Hell and Back il capitolo che chiuderà la saga, iniziata nel 1982, sulle vicende dell’impavido reduce del Vietnam interpretato da Sylvester Stallone. Le notizie che si sono succedute avevano annunciato un Rambo IV: In the Serpent’s Eye che lo scorso dicembre era diventato Rambo IV: Pearl of Cobra. Mesi più tardi si è creduto fosse la volta della scelta definitiva con John Rambo, che i fan avevano molto apprezzato per la sua incisività e perché ben si adattava a una chiusura epica della saga. Ora però la Lionsgate, che distribuisce il film in America e che ha anticipato l’uscita da maggio a gennaio 2008 (per gli Usa), ha annunciato che il film si chiamerà appunto Rambo: to Hell and Back. Un titolo senza dubbio efficace e probabilmente capace di catturare il pubblico e che in italiano potrebbe diventare Rambo all’inferno e ritorno, ma nulla è ancora stato detto in proposito. Lo studio ha anche reso nota la trama definitiva del film. A vent’anni di distanza dall’ultima avventura ritroveremo John Rambo a nord della Tailandia, dove guida un battello sul fiume Salween. Sul vicino confine con il Burma (Myanmar) si svolge la guerra civile più lunga della storia: il conflitto Birmania-Karen, in corso da sessant’anni. Rambo, che vive una vita semplice in solitudine pescando e cacciando serpenti velenosi da vendere, ha deciso di non rimanere coinvolto dalla guerra, anche se ogni giorno vede passare dalla sua zona medici, mercenari e ribelli. Una giusta e nobile causa però lo smuoverà dai suoi propositi. Un gruppo di missionari arriverà infatti a chiedere il suo aiuto per portare cibo e medicinali ai Karen. Rambo condurrà così due di loro, Sarah (Julie Benz) e Michael Bennett (Paul Schulze), attraverso il fiume fino nel profondo Burma, per evitare di percorrere la strada minata dai militari. Ma il suo compito non finirà qui perché due settimane più tardi il pastore Arthur Marsh (Ken Howard) lo informerà che i suoi amici missionari non hanno mai fatto ritorno… I colpi di scena e l’azione certo non mancheranno e ora non resta che attendere l’uscita italiana del film, prevista per fine febbraio, per ritrovare un mito degli anni’80 vent’anni dopo…

© RIPRODUZIONE RISERVATA