Raya e l'ultimo drago

Una nuova avventura in un mondo fantastico, alla ricerca di un drago speciale capace di portare la pace, ma anche della fiducia perduta nel prossimo: di tutto questo racconta Raya e l’ultimo drago, il nuovo lungometraggio d’animazione di Walt Disney Animation Studios che vedremo finalmente tra un mese esatto. Raya e l’ultimo drago sarà infatti disponibile dal 5 marzo su Disney+ con Accesso VIP. Il nuovo trailer ufficiale italiano rivela pienamente l’atmosfera delle culture e dei popoli dell’Asia sudorientale ai quali il film è ispirato, facendoci ascoltare anche le voci dei doppiatori italiani protagonisti, tra i quali quelle di Luisa Ranieri e Paolo Calabresi.

Raya e l’ultimo drago viaggia nel fantastico mondo di Kumandra, dove molto tempo fa umani e draghi vivevano insieme in armonia. Quando una forza malvagia ha minacciato la loro terra, i draghi si sono sacrificati per salvare l’umanità. Ora, 500 anni dopo, quella stessa forza malvagia è tornata, uccidendo il sovrano delle Terre del Cuore, ovvero il papà di Raya: tocca proprio a lei, guerriera solitaria, trovare l’ultimo leggendario drago che possa riunire i popoli divisi. Guardandosi bene le spalle: lei e il suo gruppo non sono gli unici a mettersi sulle tracce della creatura. Durante il suo viaggio, però, imparerà che non basta un drago per salvare il mondo: ci vorrà anche fiducia e lavoro di squadra. Quella stessa fiducia che per Raya era stata spezzata da bambina.

Oltre a Luisa Ranieri (che dona la sua voce a Virana, la madre di Namaari, l’avversaria di Raya) e a Paolo Calabresi (voce del gigante Tong), il cast dei doppiatori italiani comprende Jun Ichikawa (Namaari) e Vittoria Schisano (Generale Atitaya). Gli influencer Emanuele Ferrari, Vatinee Suvimol e Maryna hanno prestato la propria voce per un cameo, insieme alla cantante Camille Cabaltera che interpreta il brano nei titoli di coda della versione italiana del film.

Raya e l’ultimo drago è diretto da Don Hall (già regista Big Hero 6) e Carlos López Estrada (Blindspotting) e prodotto da Osnat Shurer (Oceania) e Peter Del Vecho (Frozen – Il Regno di Ghiaccio, Frozen 2 – Il Segreto di Arendelle).

© RIPRODUZIONE RISERVATA