La colonna sonora di un film svolge sempre un ruolo di primaria importanza, amplificando le emozioni suscitate dalle immagini, che siano sequenze drammatiche, action o comiche. E per chi ama la musica ecco una serie di soundtrack da non perdere di pellicole di diverso genere: dalle musiche toccanti di This Must Be The Place a quelle epiche di Real Steel, da quelle inquietanti di The Thing a quelle più allegre de La kryptonite nella borsa, fino a quelle emozionanti di The Artist. Con This Must Be The Place (Emi Music Italy – 13,99 euro), Sorrentino ci incanta con i brani pop e rock-melodico degli Iggy Pop, Gavin Friday Band, Jonsi & Alex, Julia Kent e The Pieces of Shit. Più epiche, invece, le musiche di Real Steel (Interscope – 10 euro) con tracce che spaziano dal rap di Timbland, Eminem, 50 Cent e Beastie Boys, alle sonorità elettroniche dei Crystal Method, fino ai brani dei Limp Bizkit e Foo Fighters. La kryptonite nella borsa (EMI Music Italy – 14,50 euro) punta su una colonna sonora originale eterogenea con canzoni come Quand’ero piccola di Mina, Life on Mars di David Bowie e musiche originali composte e orchestrate da Pasquale Catalano. E originali sono anche le musiche di The Artist (Sony Classical – 20,50 euro), realizzate da Ludovic Bource per accompagnare le immagini in bianco e nero di uno dei film rivelazione della scorsa edizione del festival di Cannes e vincitore della Palma d’Oro per Miglior Attore. Se invece amate la suspance, la colonna sonora del prequel The Thing (Varese Sarabande – 19,50 euro) è quella che fa al caso vostro con brani al cardiopalma che ricordano le musiche del primo film del 1982.

Sotto, le cover delle colonne sonorie di This Must Be The Place, Real Steel, La kryptonite nella borsa, The Artist e The Thing:

© RIPRODUZIONE RISERVATA