La Regione Lazio ha partecipato alla coproduzione di cinque film tramite il fondo regionale di rotazione, che ha una dotazione di cinque milioni di euro all’anno. Lo ha dichiarato sabato l’assessore regionale alla cultura Giulia Rodano, nell’ambito del convegno “Fondi regionali, orizzonti di gloria” che si è tenuto alla Festa del Cinema di Roma. I film cofinanziati con cifre da 500mila a 700mila euro, sono: Colpo d’occhio di Sergio Rubini, Pinocchio di Enzo D’Alò, il documentario I diari del ritorno, L’ultima estate di Eleonora Giorgi e La voce di Augusto Zucchi. «In questa fase – ha aggiunto Giulia Rodano – interveniamo solo per la chiusura dei budget dei film». Ha spiegato Stefano Turi, direttore generale di Filas, la finanziaria della Regione Lazio che eroga i finanziamenti: «Man mano che il film finanziato incassa e che si recuperano gli investimenti, gli utili generati dalla pellicola vengono reinvestiti nel fondo stesso che, anno dopo anno, avrà la possibilità di autoalimentarsi e di crescere. Speriamo che nel giro di un triennio si possa passare da 5 a 15 milioni di euro all’anno». Attualmente sono al vaglio 35 richieste di finanziamento di pellicole.

© RIPRODUZIONE RISERVATA