Apocalisse, estinzione. E ora la vita dell’aldilà. È Resident Evil: Afterlife, quarto capitolo della serie action-horror tratta dai famosi videogame: alla regia, come nel primo film, c’è Paul W.S. Anderson. La protagonista è più che mai Milla Jovovich (moglie del regista). Nei panni (attillatissimi) di Alice, continua la sua battaglia contro la Umbrella Corporation, responsabile del virus che ha distrutto il mondo e trasformato ogni uomo in zombie. Mentre Alice continua a cercare sopravvissuti da salvare, un vecchio amico promette di portarla in un luogo sicuro, Los Angeles (guardate la scritta Hollywood distrutta: autoironia?). Non sarà così…Primo film della saga in 3D, con alcune scene tratte direttamente dal videogioco, e omaggi a Matrix, Resident Evil: Afterlife è cinema che si ispira ai videogame, che a sua volta si ispirano al cinema: i morti viventi sono nati di celluloide.

Regia: Paul W.S. Anderson
Interpreti: Milla Jovovich, Ali Larter, Wentworth Miller, Shawn Roberts
Trama: In un mondo distrutto da un virus letale che trasforma gli uomini in zombie, Alice continua il suo viaggio alla ricerca di sopravvissuti da salvare. Una vecchia conoscenza la conduce a Los Angeles. Ma anche L.A. è invasa dagli zombie…
Online: www.residentevil-movie.com

Guarda il trailer

La scheda è pubblicata su Best Movie di settembre a pag. 116

© RIPRODUZIONE RISERVATA