Victor Hugo aveva capito tutto. Il suo Uomo che ride – tra i massimi esponenti della letteratura ottocentesca –  è il simbolo dell’uomo che si deve mostrare felice a dispetto di una profonda sofferenza interiore. Il suo ghigno perenne è frutto di una deformazione fisica, metafora perfetta della natura ambigua che da sempre caratterizza i clown. Chi si nasconde dietro la maschera? È l’impossibilità di inquadrarne le emozioni a rendere i pagliacci figure inquietanti, non a caso entrati di prepotenza nell’immaginario horror. E il circo, loro terra natìa noché culla dei fenomeni più strani, ha contribuito non poco a questa classificazione.

Dalla mente di Ryan Muprhy è nata l’ultima creatura di questo universo di personaggi: Twisty, un clown che si potrebbe definire la versione maledetta del Gwynplaine di Hugo. È il big villain della quarta stagione di American Horror Story, che guarda caso gira intorno a un Freak Show. Da quest’ultimo parto, ripercorriamo – attraverso la photogallery qui sotto – i 25 clown più terrificanti che la cultura pop abbia mai sfornato (o sfornerà), dal cinema, alla tv sino ai videogame. Senza dimenticare, ahinoi, la cronaca nera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA