Robert Downey Jr. si è tolto la maschera e ha parlato apertamente di Iron Man, del suo futuro e di quello che ci dovremo aspettare da Age of Ultron. «Ho pensato che Iron Man 3 parlasse di come Tony Stark, alla fine, riesca a liberarsi della sua dipendenza dai meriti di continuare a “usare” la sua ferita. Quello che Shane Black e io abbiamo pensato è stata la reale vittoria, che riesce ad ottenere abbandonato quella dipendenza. La domanda che ho sempre continuato a farmi è stata: perché non si toglie quelle schegge dal petto? È pericoloso», ha detto.

Poi ha continuato, parlando dell’atteso sequel dei Vendicatori. E ha cominciato da Joss Whedon e dalla sua sceneggiatura: «prima di tutto, è un ottimo scrittore. Tendo sempre a chiedermi, in generale, “questo è un film che vorrei vedere?” […] Ho letto la prima stesura dello script [di Age of Ultron], e ho pensato “forte. Mi piace”. […] Tutto quello che voglio dire è che è stato divertente. Siamo diventati tutti più amici. Abbiamo sviluppato un rapporto più genuino l’uno con l’altro, e penso che l’inizio e la fine di questo sia la fiducia in Joss. Lui sa — ma lo sa veramente — che cosa sta facendo».

Leggi anche: Il teaser di lancio di Avengers: Infinity War

Fonte: Comicbookmovie

© RIPRODUZIONE RISERVATA