Brutte notizie per Sin City 2: già la pellicola ha deluso le aspettative, sia di critica che d’incassi, in più ora il regista Robert Rodriguez si è rivoltato contro la produzione. No, non è pentito di aver fatto il film, anzi. Il problema è che dopo tanta fatica, Rodriguez non ha ricevuto il compenso che gli spettava “di diritto”. Al regista mancano in cassa ben 7.7 milioni di dollari, una cifra derivante anche dal mancato pagamento dovutogli per Machete Kills (altro sequel dai risultati incerti).

Rodriguez, parecchio furioso, ha quindi ben deciso di citare in giudizio il gruppo di produzione dei film: come riportato da Variety, la causa è di violazione del contratto e frode. Il regista ha anche riportato nell’atto di aver pagato di tasca sua laddove i soldi non erano arrivati per tempo (e di cui, per ora, non si ha ancora traccia).

Riuscirà Rodriguez e tornare in pari con i conti? Le persone citate in giudizio sono parecchie: tra questi, Sergei Bespalov, Marina Bespalov, Maddartico, Vrelonovama, Aldamisa Entertainment e la SC2 Productions. Forse è ora di pagare i propri debiti.

Fonte: variety

© RIPRODUZIONE RISERVATA