La febbre dei sequel non conosce battute d’arresto: saranno contenti i fan di Predator, che per il nuovo capitolo della loro saga preferita (inaugurata nel 1984, e proseguita poi con Predator 2 e i recenti Alien vs. Predator e Alien vs. Predator 2) potranno contare su un produttore d’eccezione, Robert Rodriguez. Il regista di Sin City, grande appassionato della serie sulla creatura mostruosa giunta sulla Terra dagli spazi siderali, aveva avuto nel 1994 l’incarico di scrivere la sceneggiatura per un seguito, Predators. Ma poi lo script («Scritto senza preoccuparmi di budget, tecnologie e censura: badavo soltanto a creare qualcosa di bello») era rimasto nel cassetto. Quindici anni dopo, la Fox ha ricontattato Rodriguez, ma non è ancora sicuro che il nuovo film (la cui uscita è fissata per il 7 luglio 2010) sarà basato sul trattamento di allora: così come incerti sono il nome del regista, e il coinvolgimento del protagonista del primo Predator, il mitico Arnold Schwarzenegger. «So che i fan ci terrebbero molto», spiega Rodriguez, che vorrebbe girare il film (ambientato su un altro pianeta, e con nuovi alieni) presso i suoi Troublemaker Studios, in Texas: «Così potrei andare sul set e co-girare le scene più belle».

© RIPRODUZIONE RISERVATA