Intervenuto alla Festa del Cinema di Roma per presentare La terza madre , con protagonista la figlia Asia (per vedere la photogallery cliccate qui), non ha risparmiato critiche alla serialità televisiva italiana. «La fiction italiana», ha dichiarato il regista di Profondo rosso, «è la rovina del nostro cinema. In Italia si spendono soldi solo per le fiction, ma sono spettacoli orribili». Argento non risparmia né gli spettatori («Come fanno a vedere certe cose? Sono come ubriaconi che si bevono qualsiasi cosa»), né gli attori: «come recitano? Non si capisce nulla! Ma vadano a lezione di recitazione!».

© RIPRODUZIONE RISERVATA