L’anno scorso, proprio di questi tempi, in America usciva S., il libro ideato da J.J. Abrams con la sua Bad Robot e scritto da Doug Dorst. Un progetto che non solo segna l’esordio letterario del regista, ma traduce in carta il suo stile narrativo, fatto di diversi piani di lettura che si sovrappongono tra loro (Lost e Fringe docet). Ora, il volume arriva anche in Italia, il prossimo 19 novembre, edito da Rizzoli con il titolo S. La nave di Teseo.

Si tratta di un’esperienza di lettura originale, che sfocia nel multimediale e nell’interattivo, coinvolgendo il lettore attraverso una storia intricata, arricchita da una serie di indizi sparsi tra le pagine come ritagli di giornale, cartoline, mappe e appunti. Tutto ruota intorno a La Nave di Teseo, ultimo romanzo scritto da V. M. Straka – autore prolifico quanto enigmatico, nonché rivoluzionario di cui nessuno conosce nulla se non le parole che ha scritto – nel quale un uomo senza passato viene imbarcato contro la sua volontà su una strana nave dal terrificante equipaggio e lanciato verso i pericoli di una missione ignota. Un giorno, Jennifer, giovane bibliotecaria della Pollard State University, trova il romanzo lasciato fuori posto da Eric, un lettore rapito dalla storia e dal suo misterioso autore, come rivelano le note che ha appuntato a margine nel libro. Lei, incuriosita e conquistata a sua volta, gli risponde con note di suo pugno, dando inizio a un dialogo del tutto speciale che condurrà i due giovani in un mondo sconosciuto. Entrambi chiamati a scelte cruciali, si troveranno a dover riporre le proprie passioni, ferite e paure l’uno nelle mani dell’altro.

Sotto, alcune immagini del libro:

© RIPRODUZIONE RISERVATA