In una recente intervista rilasciata alla Reuters, il protagonista assoluto della saga di Harry Potter, Daniel Radcliffe, ha raccontato quali saranno i toni del capitolo conclusivo della saga.

«Vedendo Harry Potter e i doni dell morte – Parte 1 molte persone hanno pensato “Oh, ma questo è un film d’azione!” In realtà, comparato a ciò che sarà il prossimo e conclusivo capitolo, è decisamente molto più pacato. In Harry Potter e i doni della morte – Parte 2 potrete godervi una serie di scene d’azione che porteranno alla battaglia conclusiva, visto che gli eventi scatenati sono stati concentrati in questa prima parte. Considero lo svolgimento dei due film come una storia che inizia come un road movie e pian piano si trasforma in un film “di rapina” (heist movie) per concludersi come un film di guerra».

A quanto pare dobbiamo prepararci a un film che ci terrà incollati alla sedia, in cui vedremo emozionanti e mirabolanti scene d’azione: «L’ultimo film sarà molto più realistico, veloce e carico d’azione, come ho detto, sarà come un film di guerra. Se, dell’ultimo libro, avessimo fatto un solo film avremmo dovuto tagliare moltissimo materiale, soprattutto della prima parte, che ritengo – continua Radcliffeessere molto importante perché vediamo i personaggi evolversi, crescer e cambiare».

Harry Potter e i doni della morte – Parte 2 è stato molto concitato anche durante la lavorazione: gli stessi attori, come ha dichiarato Radcliffe, hanno sentito molta pressione, anche perché hanno voluto dare il meglio di sé, in quanto è stato l’ultimo film della serie: «È capitato che improvvisamente la mattina qualcuno si svegliasse e riscrivesse per intero la scena da girare il giorno dopo, migliorandola o rendendola più adatta al personaggio. C’è stato un clima concitato di continuo cambiamento più che negli altri episodi».

Come abbiamo visto anche dal nostro sondaggio, Harry Potter e i doni dell morte – Parte 1 è il preferito dell’intera saga, probabilmente perché molto più chiaro e diretto rispetto al capitolo precedente Harry Potter e il principe mezzosangue. In merito a questo Radcliffe riconosce le effettive difficoltà riscontrate nel realizzare il sesto capitolo. Daniel spiega che il libro conteneva troppe informazioni importanti che costituivano la base per il settimo episodio, e che, di conseguenza, non potevano essere omesse. La sfida maggiore è stata quella di far in modo che, chi non avesse letto il libro, riuscisse ad avere un quadro completo di quello che accadeva e che sarebbe accaduto poi: nonostante tutto, Harry Potter e il principe mezzosangue, resta il suo capitolo preferito…

Harry Potter e i doni della morte – Parte 1 è uscito il 19 novembre 2010 e resta saldo in testa alla classifica degli incassi, mentre Harry Potter e i doni della morte – Parte 2 sarà nelle sale italiane il 15 luglio 2011. Entrambi sono diretti da David Yates, con protagonisti Daniel Radcliffe, Emma WatsonRupert Grint.

Leggi la guida a I doni della morte.

Guarda la photogallery.

Leggi le recensioni dei lettori.

Visita la sezione Harry Potter.

© RIPRODUZIONE RISERVATA