Da quando gli archivi di Sony sono stati hackerati dal gruppo GoP (Guardians of Peace) non c’è giorno in cui non trapelino informazioni riservate sui piani della major. Ora sembra che Sony abbia approcciato Sam Raimi per farlo tornare alla saga di Spider-Man come regista o produttore. Sarà lui il salvatore del franchise dell’Uomo Ragno?

SlashFilm e un altro buon numero di siti stanno notificando che il presidente di Sony Amy Pascal avrebbe contattato Sam Raimi per aiutare a risollevare i risultati di Spidey. Anche se l’articolo scritto dal Wall Street Journal a riguardo è stato rimosso, inizialmente era stato pubblicato. E diceva: «Ms. Pascal ha parlato con Sam Raimi, che ha diretto i primi tre film di Spider-Man per un suo ritorno al franchise come regista o produttore». Quindi, qualsiasi sia stato il motivo della rimozione: un intervento della major o una ripensata in attesa di un articolo più ampio e dettagliato, fatto sta che il WSJ difficilmente avrebbe potuto sbagliarsi su una questione così delicata… Non è un segreto che i 757 e 708 milioni di dollari guadagnati dai primi due film di Marc Webb facciano il solletico ai successi della Marvel. E dire che i primi fasti del genere cinecomic furono inaugurati proprio dall’Arrampicamuri di Raimi interpretato da Tobey Maguire.

La fuga di notizie non si ferma qui. Pare anche che ci siano stati degli abboccamenti tra Marvel e Sony sull’ingresso dell’Uomo Ragno nel gruppo degli Avengers, entrata che dovrebbe coincidere proprio con Captain America: Civil War (in uscita nel 2016), rispettando compiutamente la storyline dei fumetti. Ma, stando al Wall Street Journal, la Pascal avrebbe lasciato perdere la possibilità di un intervento troppo massiccio della Marvel sul loro brand e avrebbe pianificato un grosso meeting a gennaio per decidere il da farsi sul futuro dell’Uomo Ragno.

E, se tutto ciò non bastasse, sembra anche che gli studios oltraggiati vorrebbero affidare a quei geniacci di Chris Miller e Phil Lord (Piovono polpette e The Lego Movie) una serie animata in stile commedia di Spidey.

Per ora ci sembra abbastanza. Al momento quel che sembrava certo è che non sarebbe arrivato subito un terzo episodio di The Amazing Spider-Man, ma che prima sarebbero stati introdotti i cattivi con i Sinistri Sei, un po’ come DC Comics sta facendo con la Suicide Squad. Oltre al gruppo dei villain, sarebbe certa l’uscita dello spin-off su Venom e un film con protagonista una supereroina.

Che ne dite del ritorno di Raimi? Se dicesse di sì, si potrebbe tirare fuori la bottiglia di spumante. Ma lui cosa ne penserà? Avrà ancora voglia di tornare a un brand su cui ha speso quasi un decennio della sua vita? Fingers Crossed!

Fonte: SlashFilm

 

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA