L’Opera si trasferisce al cinema. Una novità che prenderà vita a partire da venerdì 6 giugno, quando presso l’Uci Cinemas Bicocca di Milano,Uci Cinemas Marconi a Roma e l’Uci Cinemas di Ferrara a partire dalle ore 20,00 sarà trasmessa in diretta la rappresentazione di scena al teatro Comunale di Bologna Samson et Dalila. Si tratta di un primo test che anticipa di un paio di mesi la vera e propria stagione operistica che, per i multiplex Uci Cinemas, partirà da settembre 2008 e riguarderà numerose  e importanti opere del panorama italiano ed  europeo. Obiettivo dichiarato dell’iniziativa è quello di far avvicinare il grande pubblico all’Opera «ad un prezzo assolutamente competitivo e assicurando un’alta qualità audio-video», come ha dichiarato Sonia Fois, Direttore Marketing di  Uci Cinemas Italia (che possiede una quota di mercato di oltre il 10% per un’;affluenza totale di oltre 10 milioni di spettatori e un fatturato di quasi 100 milioni di euro), che ha aggiunto «siamo sicuri di poter coinvolgere un ampio pubblico di appassionati, ma anche di neofiti. Questo progetto va interpretato in un’ottica di rilancio della cultura classica e di avvicinamento anche di nuovi target, come ad esempio i giovani, indubbiamente più avvezzi  e propensi a frequentare luoghi informali come le multisala.» In aggiunta a questo aspetto il progetto offre la possibilità di assistere allo spettacolo anche a tutti coloro che non sono riusciti a comprare i biglietti a causa del numero limitato di posti disponibili o a chi non può sostenere la spesa del biglietto a teatro o, ancora, a chi non ha la possibilità di spostarsi dalla propria città ma che, con tutta probabilità, ha un Uci Cinemas vicino a casa. Il progetto prevede di allargare il numero delle strutture coinvolte a molti altri dei 22 multiplex Uci distribuiti nel nostro Paese. La rappresentazione che inaugurerà l’iniziativa, Samson et Dalila, è un’;Opera in tre atti musicata da Camille Saint-Saëns nel 1877, su libretto di Ferdinand Lemaire e costituisce uno dei vertici del teatro musicale francese dell’Ottocento. La storia prende vita sullo sfondo della città di Gaza, dove l’ebreo Samson e la filistea Dalila recitano la storia senza tempo dell’attrazione implacabile che unisce un uomo e una donna. Tra le pagine più memorabili quella di Mon coeur s’ouvre à ta voix interpretata dalla protagonista.

Al.Za.

© RIPRODUZIONE RISERVATA