A Parigi per presentare la sua autobiografia Total Recall, Arnold Schwargenegger ha risposto ad alcune domande sul suo futuro d’attore. Terminata infatti la parentesi politica, Schwarzy è tornato più che mai attivo sui set americani, a cominciare da I mercenari 2, passando per The Last Stand, per finire con The Tomb, ancora al fianco di Stallone.
«Girerò molto presto Ten di David Ayer, che viene dal thriller End of Watch, dopodiché riparleremo di King Conan: sarebbe un bel modo di ripartire». A quanto pare i contatti per mettere in piedi il progetto sarebbero già avviati.

Lo script di King Conan: Crown of Iron, scritto proprio da John Milius – già sceneggiatore e regista del primo Conan, Conan il Barbaro (1982) – gira in realtà a Hollywood da un bel po’, almeno vent’anni, e racconta le gesta del Cimmero che, divenuto re, sposo e padre, cerca di addestare il suo erede – destinato a succedergli al trono – e al contempo deve guidare le sue armate per proteggere il regno dall’assalto di eserciti nemici.

Controindicazioni: John Milius potrebbe non essere più in grado di dirigere una produzione di queste proporzioni, anche per ragioni di salute (non dirige più nulla dal 1997); e il remake in 3D con Jason Momoa del 2011 è stato un disastro al botteghino praticamente ovunque, incassando nel mondo la metà di quanto era costato… Certo: con il ritorno di Schwarzy potrebbe essere tutto diverso.

Fonte: Premiére

© RIPRODUZIONE RISERVATA