Si è spenta, all’età di 80 anni, Lois Maxwell, nota per il suo ruolo di Miss MoneyPenny, la segretaria di James Bond, al servizio segreto di Sua Maestà e di M. (capo dell’agente 007). L’attrice, di origine canadese, è morta in un ospedale in Australia la sera del 29 settembre scorso. Maxwell ha interpretato il ruolo dell’affascinante e irreprensibile segretaria, segretamente innamorata di Bond, in quattordici film dell’Agente con licenza di uccidere. Nata nel 1927 a Kitchener, in Ontario, aveva iniziato a muovere i primi passi nel mondo dello spettacolo lavorando in un programma radiofonico per bambini, ma con uno pseudonimo, per non far sapere nulla ai suoi genitori, che erano contrari alle sue aspirazioni. A quindici anni Lois si trasferì in Inghilterra, dove si iscrisse alla Royal Academy of Dramatic Arts, ottenendo nel ’46 il suo primo ruolo cinematografico nel dramma Scala al Paradiso. In seguito lavorò per alcune produzioni hollywoodiane, tentando anche la fortuna in Italia. La malattia di suo marito, scomparso nel ’73, la riportò in Inghilterra, dove prese parte alle quattordici pellicole del franchise dedicato a James Bond, fino all’85, anno di uscita di Agente 007-Bersaglio mobile. Durante gli anni ’80 la Maxwell scrisse numerosi articoli per il quotidiano Toronto Sun, nei quali raccontò le sue esperienze nel mondo del cinema, dei suoi colleghi, della sua esperienza in Italia, e della sua infanzia in Canada. La sua ultima apparizione sul grande schermo è stata nel 2001 con il thriller Il quarto angelo, interpretato da Forest Whitaker e Jeremy Irons.

© RIPRODUZIONE RISERVATA