Dopo No Direction Home su Bob Dylan e Shine a Light dedicato ai Rolling Stones, Martin Scorsese sta pensando di chiudere una trilogia ideale sui mostri sacri del rock con un nuovo documentario ambientato sul “pianeta” Springsteen, che ha già interpretato se stesso in Alta fedeltà (2000) di Stephen Frears. Il regista premio Oscar ha parlato del progetto domenica sera nella cornice ideale, il concerto tenuto dal Boss insieme alla sua storica E Street Band al Palacio de deportes di Madrid, prima tappa europea del “Magic” tour. Sugli spalti c’era anche Scorsese, che ha ballato detto di essere da sempre un grande fan del Boss. Lo sterminato popolo springsteeniano sentitamente ringrazia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA