Ben Affleck nei panni di Batman nel cinecomic di Zack Snyder

Ormai lo conosciamo come il film Matt Reeves con protagonista Robert Pattinson.

Ma non dimentichiamoci che invece, in origine, The Batman doveva essere diretto e interpretato proprio da Ben Affleck, ex volto dell’eroe nel DCEU che con il progetto avrebbe firmato anche il suo esordio alla regia di un cinecomic.

Tuttavia, come ormai sappiamo da tempo, ad un certo punto Affleck ha deciso di mollare tutto e chiudere definitivamente con Bruce Wayne. Le ragioni sono ovviamente varie; tuttavia, in una recente intervista con il New York Times, l’attore ha spiegato che a giocare un ruolo fondamentale nella sua scelta, è stato anche il suo problema con l’alcool:

«Avevo mostrato a qualcuno lo script di The Batman. Mi dissero “Sì penso che sia una buona sceneggiatura. Ma penso anche che finirai col bere fino alla morte se decidi di passare ancora una volta quello che hai appena passato.”»

Chiaramente, il commento si riferisce alle pressioni subìte durante tutto il periodo in cui ha prestato il volto al Cavaliere Oscuro: dal dispiacere per le critiche riservate a Batman v Superman: Dawn of Justice, fino all’insuccesso e ai problemi che hanno travolto Justice League. Stando al NYT infatti, Affleck non avrebbe mai vissuto con gioia la sua esperienza nei panni dell’eroe.

Probabilmente dunque, vivere ancora una volta qualcosa di simile – con tutte le responsabilità e le aspettative che accompagnano un doppio ruolo da attore e regista – lo avrebbe spinto a cercare nuovamente conforto nell’alcool, cosa che ad oggi, l’attore vuole assolutamente evitare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA