Sean Connery, uno dei miti del cinema, indimenticabile per aver interpretato alcune delle figure più amate del cinema moderno (bastano 007 e il professor Henry Jones Senior?), soffrirebbe di Alzheimer. A rivelarlo è stato un altro grande di Hollywood nonché amico dell’attore scozzese, Michael Caine. Intervistato dal tabloid tedesco Bild am Sonntag, Caine ha affermato che Connery perde sempre più spesso la memoria e non ha più il controllo della sua vita. L’amico e collega ha dichiarato di essere seriamente preoccupato per lo stato di salute dell’ex 007, a cui è legato da una lunga amicizia iniziata negli anni ’70. Secondo quanto riportato dal tabloid tedesco e in seguito ripreso dal Daily Mail, ad aprile Connery è stato visto vagare con lo sguardo assente per le strade di Manhattan, motivo per cui la moglie Micheline Roquebrune ha steso un cordone sanitario per proteggerlo e impedire che la notizia si diffonda. L’ex papà di Indiana Jones interpretò l’ultimo film nel 2003, La leggenda degli uomini straordinari, e due anni fa rivelò di non aver più alcun interesse nel recitare.

UPDATE: La notizia è stata smentita dallo stesso Michael Caine che, al giornale inglese Mirror, ha spiegato: «Ho rilasciato alcune interviste in Germania per un nuovo film e qualcuno ha malinterpretato o distorto le mie parole. Non vedo Sean da un paio di anni ma io e mia moglie abbiamo parlato con lui al telefono questa settimana in occasione del suo compleanno e sta bene. Queste voci riguardo all’Alzheimer non hanno alcuna verità». Un ulteriore conferma è stata data dalla portavoce dell’attore scozzese Nancy Seltzer che ha classificato la notizia come «stupida e senza senso», assicurando che Sean Connery non soffre di tale malattia.

Fonte: Bild.de, Mirror
Foto: GettyImages 

© RIPRODUZIONE RISERVATA