Mentre la primavera ancora deve iniziare e gli appassionati sono impegnati a districarsi tra i titoli della mid-season americana in arrivo alla spicciolata anche in Italia, dall’altra parte dell’oceano sono già al lavoro sui titoli che arriveranno sul piccolo schermo a partire dal prossimo autunno, e poi nel 2013. Fra i numerosissimi pilot in cantiere, 11 titoli, più un progetto che ne è ancora sprovvisto, balzano prepotenti all’attenzione peri nomi coinvolti o geniali spunti di trama.

REVOLUTION
A cominciare naturalmente dall’immancabile J.J. Abrams. Che torna allo sci-fi con Revolution (NBC), il cui pilota sarà diretto addirittura da Jon Favreau (Iron Man): il serial mette al centro della storia una famiglia disperatamente decisa a ricongiungersi, in un mondo post-apocalittico in cui ogni tipo di fonte energetica si è misteriosamente esaurita. Eric Kripke, creatore di quell’altro gioiello sci-fi che è Supernatural, scriverà la sceneggiatura insieme allo stesso Abrams.

HOW TO LIVE WITH YOUR PARENTS FOR THE REST OF YOUR LIFE
Il nome del grande Ron Howard, figura invece tra i produttori della commedia How to live with your parents for the rest of your life. Titolo lungo e rete, la ABC, capace di sfornare un successo dopo l’altro. E se il pubblico riserverà a Sarah Chalke, che ne è la protagonista, lo stesso affetto mostratole quando ha vestito il camice della dottoressa Elliot in Scrubs, la serie avrà buone speranza di riuscita. La Chalke interpreta Polly, madre appena divorziata e obbligata, in tempo di crisi, ad abitare con gli stravaganti genitori.

KEVIN WILLIAMSON PROJECT
Kevin Bacon e Mira Sorvino, sono solo gli ultimi interpreti del grande schermo, in ordine di tempo, che scelgono di fare il salto sul piccolo. Il protagonista di Mystic River recita in una nuova serie per Fox, ancora senza titolo, che vanta anche la firma del papà di Scream e The Vampire Diaries Kevin Williamson. Sarà un integerrimo ex agente dell’FBI a confronto con uno spietato serial killer, virtuoso della tecnologia, interpretato da James Purefoy, il Marc Antonio di Rome. L’attrice

TROOPER
L’attrice premio Oscar per La Dea dell’amore sarà invece KJ Flaxton in Trooper,  ovvero una madre di famiglia che diventa poliziotta in quel di New York. Se a trasmettere sarà CBS, a produrre sarà niente meno che Jerry Bruckheimer.

AMERICAN GODS
A proposito di tipi da Oscar, ecco American Gods, serie che la HBO sta preparando insieme alla Playtone di un certo Tom Hanks, che sarà pronta non prima del 2013. È proprio Neil Gaiman, l’autore dell’omonimo romanzo da cui è tratta l’ambiziosa (e molto costosa) serie, ad essersi messo al lavoro anche sull’adattamento televisivo, e a far sapere dal suo Twitter che lo script è a buon punto. Mettendo già in fibrillazione i fans, con una storia che sarà una vera e propria guerra tra Divinità delle più diverse mitologie.

L.A.NOIR
E se non siete ancora sazi di autorevoli nomi cinematografici, ecco che arriva Frank Darabont, quel grand’uomo che ha (quasi) trasformato in prim’attori gli zombie, grazie a The Walking Dead. E che, dopo l’allontanamento dalla serie horror, ora torna alla TV per scrivere, produrre e dirigere il pilot di L.A. Noir, su TNT. Vedremo una Los Angeles tra gli anni ’40 e ’50 fare da sfondo alle feroci controversie tra William Parker, il capo della polizia, e Mickey Cohen, un tempo pugile, poi divenuto uno dei gangster più temuti d’America. Tratto dal libro L.A. Noir: The Struggle For The Soul Of America’s Most Seductive City, di John Buntin, il telefilm è, come viene definito dallo stesso Darabont, un crime drama noir, autentico e realistico. Sono già nel cast due volti noti dei serial tv: quelli di Milo Ventimiglia, il Peter di Heroes, e Jon Bernthal, Shane in The Walking Dead, che, a quanto pare, si prepara a smettere di fare a botte con gli zombie.

666 PARK AVENUE
Restando ai volti cari al pubblico del piccolo schermo che si preparano a grandi rientri, ce ne sarebbe da scrivere, ma conviene limitarsi qui a pochi nomi. Come quelli degli ex losties Terry O’Quinn ed Emilie De Ravin, ad esempio. Quello che in Lost era l’enigmatico John Locke, torna protagonista su ABC, con il soprannaturale 666 Park Avenue che, basandosi sull’omonima serie di romanzi di Gabrielle Pierce, racconta di un misterioso palazzo di New York, in cui tutti gli abitanti hanno stretto un patto col diavolo. O’Quinn è l’ambiguo proprietario del palazzo, mentre Dave Annable (il Justin di Brothers & Sisters), è il nuovo custode che, con la moglie, cercherà di scoprirne gli inquietanti segreti.

AMERICANA

La DeRavin, in Lost col ruolo di Claire, è invece nel cast di Americana, soap drama sempre di ABC, sulle vicissitudini personali e private di una celebre famiglia, nome grosso del mondo della moda, che vede nelle vesti del patriarca Anthony La Paglia, il mitico Jack Malone di Senza Traccia, di cui l’attrice impersona la figlia ribelle Francesca.

DOWNWARDLY MOBILE
È di certo ancora nella mente e nel cuore del grande pubblico la coppia formata da John Goodman e Roseanne Barr, fenomenale in Pappa e Ciccia, che tornano ora, a 15 anni dalla fine della sit-com, a recitare insieme in una nuova comedy per NBC. Si intitola Downwardly Mobile e vede la Barr nei panni della bizzarra proprietaria di un campo caravan che si prende cura di tutti quelli che abitano lì; mentre Goodman lavora nel parcheggio adiacente ed è un suo caro amico.

LA BELLA E LA BESTIA (x2)
Kristin Kreuk, la Lana Lang di Smallville, si appresta a tornare, sul canale The CW, con una nuova versione televisiva de La Bella e la Bestia, confermando così il gran successo delle fiabe sul piccolo come sul grande schermo. Con una serie che vira sul cop drama, visto che la Lang interpreta la detective della omicidi Catherine, che accoglie nella sua vita il mostruoso Vincent Koslows, vittima di un esperimento militare mal riuscito. Da notare che sulla stessa fiaba sta lavorando in chiave televisiva anche la ABC, ma da un punto di vista più tradizionalemente favolistico e con una ambientazione “pseudo-medievale”.

THE CARRIE DIARIES
Carrie Bradshaw, infine, sarà anche un personaggio di fantasia, ma è rimasto nel cuore di così tanta gente che la succitata CW non ha resistito e ha deciso di ispirarsi a The Carrie Diaries, il romanzo di Candace Bushnell sulla giovinezza del personaggio già interpretato da Sarah Jessica Parker, e metterla al centro di un nuovo, e già molto atteso, teen drama. Stavolta a interpretarla sarà Anna Sophia Robb.

HANNIBAL
E, a proposito di personaggi letterari portati in tv, non dimentichiamo il leggendario Hannibal Lecter, che, nella serie per NBC Hannibal – di 13 episodi, scritta da Bryan Fuller e prodotta, tra gli altri, da Martha De Laurentiis – verrà, come la “collega” Carrie, mostrato nei suoi anni giovanili. Anni, supponiamo, vissuti in modo molto diverso rispetto alla giovane Bradshaw…

© RIPRODUZIONE RISERVATA