«E campi verdi nel nostro futuro!» con queste e altre incoraggianti promesse elettorali Luca Barbareschi porta avanti un comizio su un palco allestito davanti alla stazione Centrale di Milano. Non si tratta però di una clamorosa svolta nella carriera dell’attore improvvisamente passato sui banchi della politica, ma quello che sta accadendo proprio in queste ore sul set milanese di The International, thriller tra intrighi di potere e collusioni con alti ranghi della politica con protagonisti Naomi Watts, Clive Owen (foto in alto). Da venerdì scorso infatti la troupe, dopo i set di Istanbul e Berlino, è approdata a Milano e si è mossa tra il Pirellone, la piazza dell’Hotel Gallia e la Stazione Centrale, per le riprese di questo film di produzione anglo-tedesca e diretto da Tom Tykwer (foto a sinistra insieme a Barbareschi). Il primo ciak è stato battuto proprio venerdì scorso, al trentunesimo piano della sede della Regione Lombardia, dove è stato collocato l’ufficio del candidato politico interpretato da Luca Barbareschi. Dopo essere passata tra le grinfie di King Kong nel film di Peter Jackson Naomi Watts, che a Milano si è portata anche suo marito e il suo bimbo di appena tre mesi, si cala nei panni della tenace Eleanor Whitman, assistente del procuratore distrettuale di Manhattan, intenzionata a far luce su un giro di affari bancari illegali insieme all’agente dell’Interpol Louis Salinger (Owen). «Sognavo di interpretare un thriller politico e mi piaceva l’idea di recitare al fianco di Clive», ha detto Naomi in conferenza stampa tenutasi la settimana scorsa e di cui vi mostriamo delle clip esclusive. Il film uscirà in Italia nell’ottobre 2008.

© RIPRODUZIONE RISERVATA