Shang-Chi

L’attrice malese Michelle Yeoh ha paragonato il nuovo film del MCU, Shang-Chi e la leggenda dei dieci anelli, a un altro grande successo della Marvel, Black Panther.

L’arrivo al cinema di Shang-Chi, interpretato da Simu Liu, porterà all’approdo nell’UCM del primo supereroe asiatico ed è dunque probabile che il film possa avere lo stesso impatto culturale del cinecomic di Ryan Coogler con il compianto Chadwick Boseman, che ha significato tantissimo per la comunità afroamericana negli Stati Uniti.

L’attrice malese, nota per i ruoli nel Bond movie Il domani non muore mai, nel blockbuster wuxia La tigre e il dragone di Ang Lee e nella serie di fantascienza Star Trek: Discovery, deve ancora confermare ufficialmente il suo coinvolgimento nel progetto e i dettagli sul suo personaggio ancora non si conoscono, ma intanto la Yeoh plaude ai Marvel Studios per aver voluto portare Shang-Chi sul grande schermo nel primo film della Marvel a trazione asiatica, con nel cast star come Awkwafina, Ronny Chieng e Tony Leung.

«Sono molto, molto felice che abbiamo finalmente il nostro supereroe – ha detto Yeoh a BBC News dopo essere stata nominata nell’elenco BBC 100 Women di quest’anno – Hai Black Panther, giusto? Hai anche Hulk, Thor, Black Widow. Finalmente, sì, anche Shang-Chi».

In precedenza la Yeoh ha delineato alcune somiglianze tra Shang-Chi e il suo film di successo Crazy Rich Asians, che è diventato la commedia romantica con il maggior incasso dal 2009, al momento della sua uscita nel 2018.

«Quando è uscito Crazy Rich Asians, ha cambiato la situazione. Ha cambiato completamente il modo in cui gli asiatici erano rappresentati e visti. Non eravamo più invisibili. Non eravamo più solo un simbolo. Eravamo davvero rappresentati in modo contemporaneo. Non solo in film d’epoca o in volo sui tetti o qualcosa del genere», ha detto Michelle Yeoh ai microfoni di TIME all’inizio di quest’anno.

«Ogni volta che giriamo un film, speriamo che abbia successo in modo da poter realizzare un altro film – aveva dichiarato invece il boss della Marvel Kevin Feige, alludendo poi a quanto Black Panther e Captain Marvel abbiano dato risalto, rispettivamente, ai neri e alle donne – Con quei due film in particolare, volevamo continuare a mostrare gli eroi dei fumetti che rappresentano il mondo che va a vedere i nostri film. Quindi la nostra intenzione è sempre stata quella di continuare a farlo. I due film sono stati dei successi davvero grandi e speriamo che abbiano ispirato altre società in tutto il mondo a fare la stessa cosa e a raccontare nuovi tipi di storie».

Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings, che farà parte della Fase 4 del Marvel Cinematic Universe e vede alla regia Destin Daniel Cretton, inizialmente previsto per il 12 febbraio 2021, è stato posticipato al 9 luglio 2021.

Fonte: Comicbook.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA