In un’era in cui botox e chirurgia plastica spopolano tra le signore di mezza età, il caso Sharon Stone lascia tutti senza parole: l’attrice ha infatti raggiunto ieri, 10 marzo, l’importante traguardo dei 50 anni. Per lei però il tempo non sembra passare mai, mezzo secolo di vita intensa ha lasciato intatto un sex appeal da far invidia a una ventenne. La Stone nasce in una modesta famiglia di una cittadina della Pennsilvanya e già da piccola si distingue per il suo quoziente intellettivo al di sopra della media; le velleità artistiche emergono più avanti quando un’ancora giovanissima Sharon intraprende la carriera di modella entrando a far parte di una famosa agenzia di moda di New York. Il suo debutto cinematografico risale al 1980 nella visionaria pellicola di Woody Allen Stardust Memories (foto a destra), in cui compare fugacemente in tutta la sua bellezza di 22enne ma non recita neanche una battuta. Il primo grande successo mondiale arriva nel 1992 grazie all’ormai storico personaggio della femme fatale di Basic Instinct, e nel 1995 riceve un Golden Globe e una candidatura all’Oscar per la sua interpretazione in Casinò di Martin Scorsese. Una carriera fatta di alti e bassi, così come nella vita privata, per un’attrice che in questi anni ha saputo unire il ruolo di sex-symbol all’immagine della donna forte e sicura di sé.

© RIPRODUZIONE RISERVATA