Se avete intenzione di investire i vostri milioni in una super produzione hollywoodiana un’ottima garanzia di successo potrebbe essere quella di scritturare Shia LaBeouf. A consigliarlo è la rivista americana Forbes, che come ogni anno ha stilato la classifica delle star più redditizie di Hollywood assegnando all’attore la medaglia d’oro per il secondo anno consecutivo.

La star di Transformers è un vero re Mida: per ogni dollaro che guadagna ne fa guadagnare altri 81 agli Studios. Alla giovane età di 24 anni la stima complessiva dell’incasso dei suoi film ammonta a 3,5 miliardi di dollari al box office mondiale.
Solo la saga di Transformers ha incassato 1,5 miliardi nel mondo, ai quali vanno aggiunti i 790 milioni di dollari di Indiana Jones e il regno del Teschio di Cristallo e quelli minori di Eagle Eye e Disturbia.

La redditività dell’attore deriva dallo scarto che c’è tra il suo “modesto” cachet  e il denaro incassato dai suoi film. Nel primo Transformers del 2007 Paramount pagò LaBeouf 5 milioni di dollari, e il film ne incassò 709. E anche dopo lo stratosferico risultato del secondo film della saga (836 milioni di dollari) il cachet dell’attore non superò i 20 milioni di dollari. Un equilibrio che gli ha assicurato la pole position nella classifica di Forbes.

Dietro di lui a piazzarsi sono state altre giovani stelle, quali Anne Hathaway che (soprattutto grazie al miliardo di dollari incassato da Alice in Wonderland) ha fatto guadagnare 64 dollari per ogni dollaro del suo salario e Daniel Radcliffe che per ogni verdone ne ha portati a casa 61 grazie alla saga di Harry Potter che ha riversato nei botteghini mondiali 5,4 miliardi di dollari.

Il re Mida Shia LaBeouf intanto sembra destinato a non abbandonare la virtuosa classifica con il terzo film di Transformers, che grazie alla terza dimensione si candida a superare ancora l’incasso dei precedenti, e con l’imminente Wall Street, che ha già raccolto critiche positive (il 90% su Rotten Tomatoes) e arriverà in sala negli Usa il 24 settembre e da noi il 22 ottobre.

Per guardare tutta la classifica potete sfogliare lo slide show di Forbes


http://www.forbes.com/2010/08/30/best-actors-for-the-buck-business-entertainment-actors_slide_2.html
© RIPRODUZIONE RISERVATA