Sono arrabbiatissima con un’amica, ma la vendetta non fa per me» scrive sul suo blog Gwyneth Paltrow. Niente vendetta, certo. Ma un’affermazione capace di istillare il dubbio in migliaia di gossippari di tutto il mondo: un capriccio che in realtà, nel mondo delle celebrities, può valere anche di più. Il problema è che Gwyneth si è trovata tra i piedi una frenemy (è lei stessa ad usare proprio questa parola). Sulle sue turbolenze amicali torneremo tra poco. Cominciamo dal principio.
L’uso della parola “frenemy”, facile crasi di friend+enemy, non è di attestazione omerica, ma risale a una cinquantina d’anni fa, che per il linguaggio del costume sentimental-sociologico equivale a un’era preistorica. In realtà si usava, in tempi di cortina di ferro, per parlare dei russi. Solo di recente scrittrici come Amelia McDonell-Parry (Why Do Women Have Frenemies?, cult inedito da noi) ed Emily Dubberley (Baldini Castoldi Dalai ha da poco ripubblicato il suo divertente manualetto Come sopravvivere alle amiche nemiche) l’hanno riesumato, e da allora è diventato un tormentone tra le ragazze non solo d’oltreoceano. Il messaggio è: guardatevi dalle migliori amiche, dietro potrebbe nascondersi una serpe.
Date le coordinate minime, possiamo tornare a Gwyneth. La sua affermazione ha riportato in auge il tema, ma ancora non si è capito chi delle tante ex amiche della Paltrow sia la frenemy della situazione. Né – visto il numero di ex compagne di merende perse per strada – se non sia la stessa Gwyneth, principessina bon-ton e apparentemente poco tollerante, una frenemy fatta e finita. Quanto alla sua battuta sull’amica che l’ha fatta arrabbiare, i partiti sono due. Alcuni sostengono che si tratti di Winona Ryder, con cui Gwyneth faceva doppia coppia quando stava con Ben Affleck (la Ryder intanto flirtava con Matt Damon): il sodalizio sarebbe finito per promesse non mantenute («Io lo dico a te, ma tu non dirlo a Matt») o forse perché la Paltrow ha rubato il ruolo di protagonista in Shakespeare in Love proprio a Winona, per una volta scippata di qualcosa e non ladra.
Più nutrito il team di chi sostiene che dietro la staffilata da blog ci sia nientemeno che Madonna, attestata fino a non troppi red carpet fa come la “best friend forever” della Paltrow: vita simbiotica da americane a Londra, stessa personal trainer, identici metodi pedagogici nei confronti dei figli. Il tracollo è avvenuto quando Gwyn si è pubblicamente schierata contro la scelta dell’amica di divorziare da Guy Ritchie, e da allora Madge non gliel’avrebbe perdonata. In effetti, di scorribande (si fa per dire) insieme non si è più sentito parlare per un po’. Almeno fino a un mese fa, quando le due sono state sorprese di nuovo sorridenti e abbracciate a un party londinese organizzato dalla stilista Diane Von Furstenberg. Che la frenemy fosse o meno Madonna, nonostante l’happy end, la regola numero uno resta: mai intromettersi a gamba troppo tesa nei problemi di cuore della migliore amica. (Foto Getty Images e Kikapress)

Per scoprire quali sono le altre frenemy di Hollywood corri a comprare la rivista. Best Movie di agosto è già in edicola!


Paltrow-Madonna
Foto Getty Images





Jennifer e Courteney
Foto Kikapress




© RIPRODUZIONE RISERVATA