In occasione del lancio delle nuove edizioni Blu-ray della saga di Alien, del terzo film di Predators e di Avatar, 20th Century Fox ha organizzato un tour, il Fox BD Showcase, tra la California e il Texas negli studi di produzione dei film in questione per svelare appetitose curiosità e per mostrare inediti contenuti che troveremo tra gli extra. L’inviata speciale di Best Movie Alice Carbone  c’era  e ci racconta la sua esperienza “extraterrestre”  in tre puntate speciali che pubblicheremo sul sito nei prossimi tre giorni. Continuate a seguirci per scoprire i segreti del mondo di Predators e di Avatar!

La saga di Alien e il terzo film di Predators saranno nei negozi ad alta definizione il 10 novembre; la Extended Collector’s Edition del kolossal di James Cameron arriverà invece il 24 novembre.

GIORNO 1:

Los Angeles, sabato mattina: inizia un weekend intenso, immerso nel mondo di Alien, Avatar e Predators, per il loro lancio in Blu-ray & Dvd.

Il tempo sembra voler creare l’atmosfera surreale e con una nebbiolina spettrale degna del pianeta Pandora si parte per intervistare Sigourney Weaver al Peninsula Hotel di Beverly Hills. Dopo qualche ora di attesa nella sala stampa è il turno di Best Movie; la Weaver, elegante e bellissima nella semplicità del suo completo nero, inizia a raccontare di come non si sarebbe mai aspettata un tale successo a più di vent’anni di distanza dal primo Alien e, soprattutto, di come non avrebbe mai immaginato una rivoluzione cinematografica come quella del Blu-ray, nel lontano 1979 quando fu girato il primo film: «L’unica cosa che avevo effettivamente realizzato era l’unicità del mio personaggio, Ellen Ripley era finalmente una donna protagonista, non in gonnella ad aspettare che l’eroe di turno la salvasse, è stato un onore interpretarla, ha superato un grande barriera culturale nel mondo cinematografico di quegli anni». L’attrice, una delle poche nella storia ad aver ricevuto una nomination all’Oscar come miglior attrice per un film di fantascienza, prosegue raccontando quanto sia stato impegnativo e appassionante far parte di un tale progetto: «Devo ammetterlo, non avevo interesse per questo film all’inizio; volevo recitare in teatro e lavorare con Woody Allen; poi ho letto il copione e mi sono resa conto di quanto sarebbe stato affascinante intraprendere quest’avventura che è poi durata per anni».

L’antologia in Blu-ray racchiude un insieme di contenuti speciali che fan e appassionati non vedono l’ora di esplorare:  «Sì, ci sono moltissimi extra e approfondimenti», continua la Weaver, «io ho guardato solo una parte di Avatar, perché non ho il lettore Blu-ray ma quel poco che ho visto è stato sorprendente! A casa non ho moltissimi Dvd, di solito preferisco andare su Netflix per guardare i film, non posso certo definirmi una collezionista però, per gli appassionati del genere, questa nuova edizione è un regalo fantastico, perché permette di entrare veramente nella realtà parallela del film e di esplorarlo a fondo; finalmente lo spettatore può provare le stesse sensazioni che ho provato io sul set, ma nella comodità di casa propria e nel futuro, quando tutti avremo televisori specifici per il Blu-ray, allora saremo veramente in grado di comprendere il minuzioso e geniale lavoro che sta dietro a un progetto come Alien, o Avatar, solo per fare due esempi che mi riguardano».

La parola magica è appena stata pronunciata e il futuro di Pandora diventa protagonista della conversazione: «Non potrei dire niente», commenta sorridendo, quasi come si aspettasse la domanda, «ma posso assicurare che tutto è pronto, che sarà ancora più impressionante del primo film e che…gli umani torneranno!».

Tornate a trovarci domani per il reportage del secondo giorno del nostro tour, in cui abbiamo visitato i Troublemakers Studio, dove abbiamo incontrato Robert Rodriguez e il team del film Predators.

Qualche foto della saga

Sigourney Weaver in Alien


Sigourney Weaver in Aliens – Scontro finale

Sigourney Weaver con l’alieno in Alien 3

Sigourney Weaver e Winona Rider in Alien: La clonazione













UN WEEKEND EXTRA-TERRESTRE TRA IL TEXAS E LA CALIFORNIA

di Alice Carbone

GIORNO 1:

Los Angeles, sabato mattina: inizia un weekend intenso, immerso nel mondo di Alien, Avatar e Predators, per il loro lancio in Blu Ray & DVD, rispettivamente il 10, 11 e 25 novembre 2010.

Il tempo sembra voler creare l’atmosfera surreale e con una nebbiolina spettrale degna del pianeta Pandora si parte per intervistare Sigourney Weiver al Peninsula Hotel di Beverly Hills. Dopo qualche ora di attesa nella sala stampa è il turno di Best Movie; la Weiver, elegante e bellissima nella semplicità del suo completo nero, inizia a raccontare di come non si sarebbe mai aspettata un tale successo a più di vent’anni di distanza dal primo Alien e, soprattutto, di come non avrebbe mai immaginato una rivoluzione cinematografica come quella del Blu Ray, nel lontano 1979 quando fu girato il primo film: “L’unica cosa che avevo effettivamente realizzato era l’unicità del mio personaggio, Ellen Ripley era finalmente una donna protagonista, non in gonnella ad aspettare che l’eroe di turno la salvasse, è stato un onore interpretarla, ha superato un grande barriera culturale nel mondo cinematografico di quegli anni.” L’attrice, una delle poche nella storia ad aver ricevuto una nomination all’Oscar come miglior attrice per un film di fantascienza, prosegue raccontando quanto sia stato impegnativo e appassionante far parte di un tale progetto: “Devo ammetterlo, non avevo interesse per questo film all’inizio; volevo recitare in teatro e lavorare con Woody Allen; poi ho letto il copione e mi sono resa conto di quanto sarebbe stato affascinante intraprendere quest’avventura che è poi durata per anni.”

L’antologia in Blu Ray racchiude un insieme di contenuti speciali che fan e appassionati non vedono l’ora di esplorare: “Sì, ci sono moltissimi extra e approfondimenti – continua la Weiver – io ho guardato solo una parte di Avatar, perché non ho il lettore Blu Ray ma quel poco che ho visto è stato sorprendente! A casa non ho moltissimi DVD, di solito preferisco andare su Netflix per guardare i film, non posso certo definirmi una collezionista però, per gli appassionati del genere, questo nuovo rilascio è un regalo fantastico, perché permette di entrare veramente nella realtà parallela del film e di esplorarlo a fondo; finalmente lo spettatore può provare le stesse sensazioni che ho provato io sul set, ma nella comodità di casa propria e nel futuro, quando tutti avremo televisori specifici per il Blu Ray, allora saremo veramente in grado di comprendere il minuzioso e geniale lavoro che sta dietro a un progetto come Alien, o Avatar, solo per fare due esempi che mi riguardano.”

La parola magica è appena stata pronunciata e il futuro di Pandora diventa protagonista della conversazione: “Non potrei dire niente – commenta sorridendo, quasi come si aspettasse la domanda – ma posso assicurare che tutto è pronto, che sarà ancora più impressionante del primo film e che…gli umani torneranno!”

© RIPRODUZIONE RISERVATA