Le prime notizie riguardanti un coinvolgimento di Sofia Coppola nella nuova versione de La Sirenetta prodotta da Universal risalgono ormai a più di un anno fa. Da allora le notizie trapelate sono state veramente poche, quindi non ci stupisce che la regista di Lost in Translation abbia abbandonato il progetto. La notizia è stata riportata da Deadline: sembrerebbe che quest’abbandono sia dovuto a «divergenze creative».

La Coppola stava lavorando da tempo a una rivisitazione in chiave contemporanea della fiaba di Anderson: una versione più adulta, che si distanziasse dalla versione animata del 1989.

Secondo Variety, la regista e la Universal avevano idee diverse riguardanti la protagonista: la Coppola avrebbe voluto che a interpretare Ariel ci fosse Maya Thurman Hawke, figlia di Ethan Hawke Uma Thurman, ma gli studios non erano d’accordo.

Nonostante l’uscita di scena della regista, la casa di produzione continuerà con il progetto, Caroline Thompson (Edward Mani di forbice) ha terminato da poco la sceneggiatura, dopo che Kelly Marcel (Saving Mr. Banks) e Abi Morgan (Shame) avevano già buttato giù una prima versione. Gira voce che a dirigere il film arriverà Joe Wright, ma visti i suoi impegni con Pan è possibile che si tratti solo di notizie infondate.

Speriamo che la Universal porti a termine il progetto in tempi brevi, considerando già il tempo perso, e che l’attesa venga premiata.

Nel frattempo la Coppola, dopo il suo ultimo film Bling Ring, che risale ormai al 2013, si appresta ad andare in onda su Netflix con uno show dedicato a Bill Murray dal titolo A Very Murray Christmas, che andrà in onda durante le prossime vacanze.

Siete dispiaciuti di quest’abbandono? Chi vedreste bene come sostituto di Sofia Coppola? Fateci sapere la vostra opinione!

Fonte: Collider

© RIPRODUZIONE RISERVATA