Un giovane attore single, la sua vita eccessiva e sregolata nell’hotel più trendy di Hollywood tra autografi, feste, modelle, ballerine… poi, improvvisamente, un brusco cambiamento, una sterzata: una ragazzina undicenne piomba nella sua camera e nella sua vita da single impenitente: è la figlia…

E’ quello che accade nell’ultimo film scritto e diretto da Sofia Coppola (figlia del regista Francis Ford Coppola), Somewhere, come riporta comingsoon.net. Lontana dagli schermi ormai da 4 anni, epoca del suo Marie Antoinette, riposti nella naftalina costumi sfarzosi e location regali, Sofia torna a dedicarsi alla vita quotidiana con un film che si preannuncia più intimista e minimalista e che, proprio per queste caratteristiche, si candida a doppiare il successo di Lost in Traslation.

Il film è interpretato dal trentaseienne semisconosciuto in Italia Stephen Dorff e da Elle Fanning (insieme nella foto). Sorella della più famosa Dakota (insieme hanno esordito nel lontano 2001 con I am Sam), nonostante i suoi 12 anni Elle ha già al suo attivo molti telefilm e film di successo tra i quali Il Curioso caso di Benjamin Button (in cui interpretava il personaggio di Cate Blanchett a sette anni).

Tra gli interpreti, anche Michelle Monaghan e Benicio Del Toro nel ruolo di una celebrità. E infine, una curiosità: nel film, in parte girato anche in Italia, hanno un piccolo ruolo anche alcune star di casa nostra: Simona Ventura, Valeria Marini, Laura Chiatti e Nino Frassica.

Frassica insieme a Simona Ventura interpreta il presentatore della cerimonia dei Telegatti, per una scena (girata al Teatro Smeraldo di Milano) per la quale la Coppola si è ispirata a un ricordo personale: il suo viaggio in Italia con il padre (Francis Ford Coppola), venuto a ricevere proprio il Telegatto. Nella scena Frassica e la Ventura consegnano il premio a un attore che rappresenta il grande regista, mentre in sala c’è una bambina che rappresenta la figlia Sofia.

Valeria Marini – come potete vedere aguzzando la vista anche nel trailer – è, invece, una soubrette che, in una mise luccicante e striminzita, si esibisce in un balletto attorno al protagonista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA