E’ stato uno dei promotori e dei pionieri più convinti del 3D di nuova generazione. Ma negli ultimi giorni, Jeffrey Katzenberg è stato costretto ad ammettere con una certa amarezza che la nuova tecnologia, a soli due anni dal boom, si trova già in una fase discendente. «Abbiamo deluso più volte il nostro pubblico e a causa di ciò credo che ci sia una genuina diffidenza laddove un anno e mezzo fa c’era una genuina emozione, un entusiasmo e una gratificazione per il primo gruppo di film in 3D che effettivamente hanno offerto un’esperienza di qualità. Ora tutto questo è stato seriamente minato», ha dichiarato a The Hollywood Reporter il CEO di DreamWorks Animation.

La qualità sarebbe andata scemando secondo Katzenberg soprattutto a causa della diffusione del 3D convertito, ovvero delle pellicole girate in 2D e rimaneggiate solo in fase di post-produzione, contro il quale si sono battuti sia lui che altri fautori della nuova ondata 3D, come James Cameron.

Fatto sta che fino a poco tempo fa il trend 3D sembrava inarrestabile e negli ultimi mesi le case di produzione hanno messo in cantiere una valanga di film 3D (nativi o convertiti) che hanno invaso le nostre sale e continuano a farlo. In Italia, ad esempio, al momento fino a dicembre, sono previsti una 20ina di titoli 3D (che in sala viaggeranno come sempre parallelamente alle versioni 2D), tra cui l’ultimo Harry Potter e Hugo Cabret, firmato niente meno che da Scorsese. Così Best Movie ha deciso di sondare l’appetito tridimensionale del suo pubblico proponendovi un sondaggio sui film tridimensionali in arrivo. Andrete a vederli in 3D o in 2D?

[poll id=”388″]

[poll id=”390″]

[poll id=”389″]

[poll id=”391″]

[poll id=”392″]

[poll id=”393″]

[poll id=”394″]

[poll id=”395″]

[poll id=”396″]

[poll id=”397″]

[poll id=”398″]

[poll id=”399″]

[poll id=”400″]

[poll id=”401″]

[poll id=”403″]

[poll id=”402″]

[poll id=”404″]

[poll id=”405″]

[poll id=”406″]

Leggi il nostro speciale 3D, la storia in pillole

© RIPRODUZIONE RISERVATA