Brendan Fraser e il suo tridimensionale Viaggio al centro della Terra hanno convinto il pubblico di Best Movie più di Up o Mostri contro alieni. Rispondendo ai sondaggi “Il 3D fa la differenza?” , che avevamo lanciato circa un mese fa, i nostri lettori hanno promosso a pieni voti l’avventura ispirata al celebre romanzo di Jules Verne: secondo il 50% dei votanti, infatti, il film è nato per essere visto in 3D. Abbiamo messo ai “voti” gli ultimi cinque film 3D approdati in sala, proponendo per ciascuno 5 opzioni per valutare i risultati ottenuti dalla terza dimensione in ciascuna delle pellicole: Sì, il film è nato per essere visto in 3D; Sì, l’effetto 3D è il vero spettacolo della pellicola; Il 3D mi ha fatto piacere un film che altrimenti non avrei considerato; No, avrei preferito il 2D e risparmiare; L’effetto 3D doveva essere migliore per fare la differenza. La prima delle opzioni ha trionfato, come dicevamo, per Viaggio al centro della Terra e lo stesso vale per San Valentino di sangue (ma con il 33% delle preferenze), l’acclamato (dal pubblico) horror tridimensionale, che ha convinto tanti spettatori proprio per come è stata adoperata questa tecnologia. Anche il 38% di chi ha visto Coraline e la porta magica ha promosso il 3D usato nella pellicola. Bocciato, invece, l’utilizzo della terza dimensione in Up e Mostri contro alieni. I nostri lettori (in entrambi i casi il 33%) avrebbero preferito risparimiare sul biglietto e vederselo nel tradizionale 2D! Vedremo come se la caveranno i prossimi film 3D come A Christmas Carol, Avatar o Alice nel paese delle meraviglie

Per scoprire tutti i risultati, vai alla nostra sezione Sondaggi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA