In occasione della messa in onda di Indiana Jones ed il regno del teschio di cristallo, Sky ha rimandato in onda la vecchia e cara trilogia. Lo scorso 2 ottobre è stato trasmesso Indiana Jones e i predatori dell’arca perduta, il primo film della saga, identico, ma ridoppiato e migliaia di telespettatori sono stati spiazzati dalla nuova voce italiana di Indy, ossia quella di Pino Insegno (che, tra gli altri ha dato la voce alla tigre Diego del L’era glaciale e ad Aragorn de Il Signore degli anelli). La scelta di restyling è stata probabilmente dettata dalla necessità di un miglioramento generale dell’audio per la futura uscita del Blu-ray. Ma non è chiaro a cosa sia dovuto il cambio della guardia. Insegno ha, infatti, sostituito lo storico doppiatore ufficiale italiano di Harrison Ford, ovvero Michele Gammino, che tra l’altro nel 2008 ha “interpretato” Indy in Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo. La Paramount H.E. ha fatto sapere che è stato George Lucas a commissionare un nuovo doppiaggio dei film originali di Indiana Jones per la futura uscita in Blu-Ray, ancora non annunciata ufficialmente per altro. Tuttavia, la casa di distribuzione ha anche anticipato che cercherà di fare il possibile per ottenere l’inserimento della traccia originale insieme a quella ridoppiata, così come già fatto per la trilogia del Padrino, pensando soprattutto ai fan più appassionati.
D’altra parte non è la prima volta che doppiatori differenti prendano il posto degli “originali” per le edizioni home-video dei film. Il caso più popolare degli ultimi anni è stato quello de Il padrino e Il padrino -Parte II. Al cinema, infatti, Al Pacino aveva la voce di Ferruccio Amendola, mentre nella versione Dvd del 2008 è stato Massimo Rossi a doppiare l’attore americano. Ovviamente per questa pellicola la scelta è stata frutto anche di cause di forza maggiore: Ferruccio Amendola è scomparso nel 2001.

Dato il clamore suscitato dal restyling de I predatori dell’arca perduta, Best Movie ha ideato un sondaggio ad hoc Indiana Jones, ti piace il nuovo doppiaggio?.

Prima di rispondere, però, godetevi questo confronto tra vecchia e nuova versione, pubblicato su YouTube. Si tratta dell’incontro tra Indy e Belloq – interpretato da Paul Freeman – (anch’egli ha cambiato voce: da quella di Sandro Iovino a quella di Antonio Sanna) al Cairo.

Per rispondere al sondaggio, clicca qui.

© RIPRODUZIONE RISERVATA