Il poster di un film può essere reinterpretato in qualsiasi modo. Oltre a essere materiale promozionale, la locandina è è il frutto della creatività di fior fior di artisti. Uno di questi è Jaemy Choong, graphic designer appassionato di cinema che ha pensato bene di mixare due raltà, quella del manifesto cinematografico e della vita di tutti i giorni. Come? Sovrapponendo i poster a soggetti in carne e ossa, facendo combaciare tutto alla perfezione. Il risultato è una serie di locandine “viventi” (di film che tutti conosciamo, da Shining a Il Signore degli Anelli, passando per Edward mani di forbice), che sottolinenano quanto sia importante non porre limiti alla propria immaginazione.

Abbiamo raccolto le immagini in questione nella photogallery qui sotto. Chissà che non vi sia di ispirazione:

Fito: Kikapress

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA