Vi ricordate Space Invaders? Se siete cresciuti negli anni ’80 vi sarete trovati qualche volta di fronte al cabinotto di un arcade a infilare mucchi di 500 lire nella fessura nella speranza di fermare l’inarrestabile invasione di alieni pixellosi (vi sveliamo un segreto: non ce l’avreste mai fatta comunque, il gioco non aveva una fine). Se invece siete più giovani, avrete comunque sentito parlare di questo videogioco giapponese pubblicato per la prima volta nel 1978 e che da allora è comparso su più o meno tutte le piattaforme videoludiche del mondo, casalinghe e non.

Ebbene, ora Space Invaders diventa un film. Lo hanno annunciato Lorenzo di Bonaventura e Gigi Pritzker, produttori (il primo di Transformers, il secondo membro della Odd Lot Entertainment, quella del cinecomic The Spirit). Le voci si rincorrevano da tempo, a dire il vero, ma finora mancavano i nomi di chi avrebbe dovuto finanziare il progetto. Scoperti questi, mancano ancora molti pezzi del puzzle: per esempio, chi si occuperà di stendere la sceneggiatura, il particolare più delicato visto e considerato che il videogioco Space Invaders non ha un canone né una storia da raccontare (a parte «gli alieni stanno invadendo la Terra, fermiamoli!»). Una volta pronto lo script, sarà il momento di pensare agli attori e al regista. Insomma, siamo ancora in alto mare, ma una cosa è (dovrebbe essere) certa: il film si farà. E così, dopo Battaglia Navale, un altro pilastro dell’intrattenimento è pronto a sbarcare sul grande schermo. Restiamo in attesa del film su Campo minato a questo punto (e non vale dire The Hurt Locker né citare finti trailer).

© RIPRODUZIONE RISERVATA