L’approfondimento completo è sul numero di Best Movie di agosto

«Christian incombe su di me, con un frustino di cuoio in mano. Indossa vecchi Levi’s stinti e strappati, nient’altro. Si batte lentamente il frustino sul palmo e mi guarda, con un sorriso trionfante. Io non riesco a muovermi. Sono nuda e legata a un immenso letto a baldacchino, le braccia e le gambe divaricate. Lui si china verso di me con la punta del frustino e mi sfiora la fronte, il naso, facendomi annusare l’odore del cuoio, fino alle labbra socchiuse, ansimanti».

Una fantasia erotica dirompente che, attraverso i sensi della Anastasia Steele di Cinquanta sfumature di grigio, ha stregato milioni di lettori (lettrici per lo più) in tutto il mondo. E che ora si appresta a fare il botto anche in sala, portando sul grande schermo il sesso in tutte le sue declinazioni, dando il la a una lunga onda di film hot. Dalle visioni glam/chic di Giovane e bella e La vie d’Adèle a quelle tormentate di Lovelace, Nymphomaniac, About Cherry, Two Mothers e The Canyons. Coinvolgendo anche la commedia con i film Don Jon o Fading Gigolo. Una vera e propria tendenza, cresciuta attraverso la Rete e la tv – con serial come Spartacus o Il Trono di Spade che, insieme alla violenza brutale, hanno sdoganato le dimensioni più “primitive” del sesso –, e giunta al cinema attraverso la letteratura.
Già, perché il primo capitolo della trilogia erotica da 70 milioni di copie firmata da E.L. James (pseudonimo di Erika Leonard) si appresta al debutto cinematografico in una stagione caldissima. E siamo certi che il travolgente tsunami partito dall’Inghilterra (patria dell’autrice) con il citato romanzo erotico Cinquanta sfumature di grigio e proseguito con Cinquanta sfumature di nero e Cinquanta sfumature di rosso continuerà a mietere vittime. A nulla sono valse le stroncature della critica internazionale, una su tutte quella dello scrittore Salman Rushdie che ha commentato: «Al confronto Twilight sembra Guerra e pace».

QUANDO SESSO FA RIMA CON GLAM
La relazione BDSM (acronimo comprensivo di: bondage, disciplina-dominazione, sottomissione-sadismo, masochismo) tra la giovane universitaria e l’aitante e tormentato milionario dal tragico passato si è trasformata in un sogno proibito collettivo. Un successo che ha immediatamente solleticato le fantasie di Hollywood e il cui primo capitolo verrà tradotto in immagini (in Italia arriverà il 18 settembre 2014). Non senza aver generato un tam-tam mediatico, con annessi annunci, smentite e gossip. Prima che venisse ufficializzato il nome della regista Sam Taylor-Johnson, si era vociferato che Angelina Jolie potesse prendere in mano le redini del progetto. Mentre Gus Van Sant ha addirittura girato una scena pilota con Alex Pettyfer (Magic Mike) per accattivarsi i produttori, ma si è dovuto accontentare di una comparsata come attore nel thriller psicosessuale The Canyons (fuori concorso alla prossima Mostra di Venezia), con Lindsay Lohan protagonista di una già chiacchieratissima ammucchiata con tre uomini, diretto dal grande Paul Schrader (guiderà la giuria Orizzonti del festival) e sceneggiato dal romanziere Bret Easton Ellis (American Psycho), che avrebbe voluto per sé anche lo script di Cinquanta sfumature. D’altra parte i producer del film, Michael De Luca e Dana Brunetti (The Social Network), hanno guardato altrove e sono più che certi di aver puntato sulla squadra vincente per la trasposizione del bestseller di E.L.: «L’abilità di Sam di ritrarre complesse relazioni incentrate su amore, emozioni e chimica del sesso fanno di lei la regista ideale per portare in vita il legame tra Anastasia Steele e Christian Grey». Il giovane marito della regista, Aaron Johnson, è uno dei papabili per il ruolo del protagonista. Seppure paia in dirittura di arrivo la conferma di Robert Pattinson. E.L. James ha, infatti, ammesso da tempo di essersi ispirata proprio all’interprete del vampiro Edward Cullen per il problematico milionario del suo romanzo e la stessa scrittrice sarebbe stata avvistata a discutere con l’attore proprio a casa sua, durante un party. Tante le aspiranti candidate a impersonare Anastasia: dall’altra ex di Twilight Nikki Reed alla non più pornostar Sasha Grey, che dopo essersi ritirata dalle scene hard si è abilmente riciclata come attrice tradizionale (ha lavorato addirittura con Steven Soderbergh), cantante, modella e pure scrittrice (quest’anno ha pubblicato il suo secondo romanzo erotico The Juliette Society).

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA