Sono passati più di 25 anni da quando Michael Keaton ha indossato per la prima volta i panni di Batman. Evidentemente però, l’attore rimane ancora molto legato al suo personaggio, tanto da usarlo per “insultare” un altro amatissimo supereroe, niente di meno che Spider-Man.

Ospite al Jimmy Kimmel Live, infatti, il divo ha raccontato un episodio capitatogli recentemente. Il nostro era a farsi riparare il telefonino in un negozio, quando ha visto che il commesso stava guardando uno dei The Amazing Spider-Man di Marc Webb. Nella scena in particolare, spiega Keaton, Peter Parker era praticamente scoppiato a piangere davanti a Gwen Stacey. È stato allora che l’attore non ha più resistito, definendo l’Uomo Ragno un «pappamolle».

Avendo sentito il commento, il commesso si è poi immediatamente girato, trovandosi sorprendentemente di fronte l’ex Uomo Pipistrello in persona, che ha proseguito con un lapidario: «Batman non ha mai pianto».

Insomma, per Keaton, la sua versione del Cavaliere Oscuro rimane ancora il personaggio più cool, duro e macho dei cinecomic. E probabilmente – tenendo anche conto di quanto fossero tempi diversi – ha anche ragione!

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA